CONDUTTORE

Piero Chiambretti

Piero Chiambretti nasce ad Aosta il 30 maggio 1956, ma torinese di adozione, dopo un'infanzia a giocare a pallone e figurine, si iscrive al DAMS (discipline Arte Musica e Spettacolo) di Bologna, nel frattempo fa il presentatore di spettacoli di cabaret a "IL CENTRALINO" di Torino. Comincia quindi a viaggiare "a spese altrui" facendo l'animatore sulle navi da crociera e nei villaggi turistici. Nel 1988 vince il TELEGATTO di "Sorrisi" come rivelazione televisiva dell'anno per la trasmissione "VA PENSIERO" in cui propone il divano in piazza (interviste semiserie che spiazzano il malcapitato interlocutore).
 
ESPERIENZE TELEVISIVE
 
Dal 1982 al 1987 approdato in Rai, partecipa e conduce alcuni programmi per ragazzi: "Tivù Top" con Sammy Barbot e Corinne Clery, "Magic" e "Big".
 
Dal 1988 al 1989 è su Rai 3 nel programma domenicale "Va' Pensiero" condotto da Andrea Barbato e Oliviero Beha.
 
Nel 1989 la formula del divano in piazza, usato nella trasmissione "Va Pensiero", piace e così nasce "Complimenti per la trasmissione" sempre su Rai 3, in cui Piero diventa "l'infiltrato" per eccellenza in case, piazze, festival, campi di calcio, spogliatoi e congressi di partito. Per questo riceve il premio Oscar Tv sia per il programma e come personaggio tv dell'anno.
 
Nella stagione 1989/1990 è ideatore e interprete degli spot televisivi per la campagna Rasoio Bic. Segue il programma "Prove tecniche di trasmissione" che riscuote un enorme successo. Nell'estate del 1990 si può dedicare finalmente a quella che è la sua più grande passione: il calcio. Infatti, in occasione dei campionati Mondiali di Calcio prepara "Prove tecniche di Mondiale", uno speciale sulla Nazione Emirati Arabi dove rivediamo tutti i suoi compagni di ventura: Tatti Sanguinetti, Sandro Paternostro, la signora Assunta Melzi, il Mago Mimmo, etc.... Nell'inverno del 1990 Piero parte alla volta di Mosca per registrare il programma "Good bye Cortina" che va in onda su Rai 3 in gennaio.
 
Nel 1991 partecipa a "Miss Italia nel mondo" su Rai 1 in qualità di elemento disturbatore. Sempre nello stesso anno, conduce la trasmissione "Il Portalettere", che va in onda su Rai 3 dal martedì al venerdì.
 
Nel 1992 è la volta di "Telegiornale Zero", la striscia quotidiana di Piero Chiambretti, che questa volta, mette il naso nel mondo dell'informazione. Nei panni del mezzobusto o in quelli dell'inviato, è protagonista di un notiziario insolito. Nello stesso anno inizia "Servizi Segreti".
 
Nella stagione 1992/1993 registra la campagna pubblicitaria "Pagine Gialle". Presenta, inoltre, la produzione televisiva "Leoni D'oro 1993" e, sempre nello stesso anno, ad ottobre, esce nelle librerie "Il Portalettere".
 
Nel 1994 presenta "Il Fantasma del palcoscenico", programma radiofonico in onda su Rai 2 e, successivamente, il programma radiofonico "Hit Parade" in onda su Radio Due Rai. Nell'ottobre del 1994 inizia il programma televisivo "Il Laureato" con Paolo Rossi.
 
Nel 1995 doppia il personaggio Wigging che compare nell'opera cinematografica "Pocahontas".
 
Nel 1996 riprende con grande successo "Il Laureato bis", questa volta in compagnia di Enzo Jannacci.
 
Nel 1997 è conduttore, assieme a Mike Bongiorno e Valeria Marini, della 47esima edizione del Festival di Sanremo. Nell'autunno dello stesso anno è ancora sugli schermi Rai con "L'inviato Speciale" - "L'uomo giusto nel posto sbagliato". È scelto per condurre con Nino D'angelo il "Dopofestival" della 48esima edizione del Festival di Sanremo.
 
Nella stagione 1998/1999 è testimonial della campagna Ford per il modello "Ka".
 
Nel 1999 è autore, consulente e conduttore delle strisce settimanali "Annunci di Rete" - "L'ora a modo loro" e "Meteo", in onda su Rai 3 dopo il telegiornale della sera. Nel mese di luglio conduce la trasmissione su Rai 2 "Orgoglio coatto". Nel settembre dello stesso anno è alla ricerca di "Fenomeni", un programma in 10 puntate su Rai 2.
 
Nel 2000 è impegnato nel film "Ogni lasciato è perso" (di e con Piero Chiambretti).
 
Nel 2001 è ospite e membro di giuria al Festival di Sanremo, conduce nello stesso anno il "David di Donatello" e l'anno successivo gli "Italian Music Awards".
 
Dal 2001 al 2003 è conduttore del programma "Chiambretti c’è", con la regia di Gianni Boncompagni. Per questo programma riceve di nuovo l'Oscar Tv.
 
Nella stagione 2003/2004 è conduttore su La7 del programma "Pronto Chiambretti".
 
Dal 2004 al 2006 è conduttore su La7 del nuovo programma "Markette" (per il quale riceve l’Oscar Tv).
 
Nella stagione 2006/2007 è sempre conduttore su La7 del programma "Markette"
e su Raiuno del "Dopofestival" della 58esima edizione del Festival di Sanremo
(vince l’Oscar Tv).
 
Nel 2008 continua l’esperienza di “Markette” su La7 (nuovamente vincitore dell’Oscar Tv) e su Raiuno è co-conduttore, con Pippo Baudo, della 59esima edizione del Festival di Sanremo.
 
Nella stagione 2009/2010 è conduttore su Italia1 di "Chiambretti Night - Solo per numeri uno".
 
Nel 2010 è conduttore su Rai Radiodue del programma radiofonico "Chiambrettopoli", in occasione dei Mondiali di calcio 2010.
 
Nell'autunno 2010 è su Canale 5 con "Chiambretti Night - Solo per numeri uno".
 
Nel 2011 è conduttore su Rai Radiodue del programma radiofonico "Comunque vada sarà Sanremo" in occasione del Festival.
 
Nel 2011 conduce in prima serata, su Italia 1, "Chiambretti Muzik Show", speciale con Laura Pausini.
 
Nel 2012 è conduttore su Rai Radiodue del programma radiofonico "Chiambretti ore 10.00".
 
Nella stagione 2013/2014 e 2014/2015 conduce Striscia la notizia al fianco di Michelle Hunziker. A maggio 2014 conduce “Chiambretti Supermarket”, in seconda serata, su Italia 1 e, su Rai Radiodue, il programma radiofonico "Chiambretti ore dieci". Sempre nella stessa stagione, su Corriere.Tv, conduce il programma "Intercettazioni". 

Nel 2015 conduce "Grand Hotel Chiambretti", in seconda serata, su Canale 5.
 
Da lunedì 3 ottobre 2016, per due giorni, torna dietro al bancone di Striscia accanto a Michelle Hunziker.