ULTIMI VIDEO

News

Brumotti: in libertà l'aggressore di Padova. Protesta il SAP

Il Sindacato Autonomo di Polizia:  «Quello che è accaduto a questo pusher purtroppo accade tutti i giorni per la maggior parte dei delinquenti e spacciatori»

Dopo l’aggressione subita da Vittorio Brumotti, la settimana scorsa a Padova, è stato prima arrestato e in seguito rilasciato il tunisino 21enne Deen Sharf. Il Sap (Sindacato Autonomo di Polizia) ha sottolineato la propria indignazione per come si è sviluppata la vicenda: «I filmati di Striscia sono serviti alle Forze dell'Ordine per individuare lo spacciatore che è stato in seguito sorpreso con cinque buste contenenti cocaina. Aveva già alle spalle reati di spaccio e aveva finito la detenzione di un anno di galera da una decina di giorni. Dopo l’ultimo arresto, il pm di turno, senza un processo per direttissima, ha rinviato l’udienza a data da destinarsi e il tunisino è stato rilasciato. Al di là degli articolo del codice penale, il SAP dice: «Quello che è accaduto a questo pusher purtroppo accade tutti i giorni anche per la maggior parte dei delinquenti e spacciatori che in galera non ci vanno».