News

Caccia ai canili lager, la proposta del Viminale per il contrasto dei maltrattamenti

Un milione di euro per combattere il randagismo e per scovare canili e gattili irregolari. È la cifra che Matteo Salvini ha annunciato di voler mettere a disposizione delle nove regioni con maggiore concentrazione di ricoveri per animali. 

In visita a Bari al Canile Sanitario della zona Industriale, il vice premier ha spiegato che nel giro di sei mesi il Viminale intende passare al setaccio le aree in questione, quelle che hanno presentato maggiori criticità, e accelerare i tempi sul disegno di legge che prevede pene raddoppiate per chi maltratta o uccide gli amici a quattro zampe.

Nella proposta anche il divieto di esercitare la professione per veterinari, addestratori o allevatori che nell’esercizio della loro attività compiono atti contro gli animali.

Il fondo “per la prevenzione e il contrasto del maltrattamento”, invece, sarà distribuito per il momento a Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, che contano un totale di 785 strutture. L’obiettivo è premiare quelle più virtuose e disincentivare gli irregolari.

Un buon inizio, che non può che farci felici. Da anni, infatti, Striscia la notizia si preoccupa della salute degli animali, con i servizi del nostro Edoardo Stoppa, sempre pronto ad accogliere le richieste d’aiuto da parte degli amici dei quadrupedi.