News

Cinghiali uccisi a Roma, salvato un cucciolo: il video

Ricordate i cinghiali brutalmente uccisi a Roma sotto gli occhi di bambini e famiglie? La storia aveva fatto parecchio discutere animalisti e non solo, per la brutalità con cui si era deciso di mettere fine alla vita di una madre e dei suoi cuccioli senza cercare vie alternative.

Per uno di loro, per fortuna, è arrivato il lieto fine, come annunciato dalla Leidaa, che ha spiegato come il figlio della scrofa abbattuta lo scorso 16 ottobre sia stato trovato in un parco del quartiere Aurelio e sia stato condotto in un luogo sicuro dai volontari dell'associazione.

Il cinghiale si trova ora in una fattoria didattica nei pressi della capitale, dove potrà vivere serenamente.

La Leidaa fa sapere si essere al lavoro per trovare una sistemazione anche per un altro cucciolo, avvistato sempre nel quartiere Aurelio.

“Insieme abbiamo dimostrato – ha detto l’on. Brambilla – che con noi le chiacchiere stanno a zero. Facciamo fatti concreti e salviamo gli animali. I cinghiali hanno diritto di vivere come tutti gli altri animali. E non devono essere uccisi senza pietà, come il Comune di Roma e la polizia metropolitana hanno fatto con la mamma e i sei cuccioli un mese e mezzo fa. Anche in quell’occasione, ma invano, noi della LEIDAA ci eravamo offerti di prendere in carico gli animali”.

“Quella strage è imperdonabile – conclude l’ex ministro – ma ora bisogna guardare avanti e fare in modo che l’orrore non si ripeta: per questa ragione la LEIDAA ha dato la propria piena disponibilità a rendersi parte diligente nella cattura dei cinghiali vaganti sul territorio comunale e a trovare loro una sistemazione dove possano vivere sereni e per sempre”. 

Jimmy Ghione era sul luogo quando la mamma e gli altri cinghiali erano stati uccisi e  aveva documentato la vicenda. Ecco le immagini realizzate dal nostro inviato.