News

Droga a Vicenza: dopo il servizio di Striscia area Campo Marzo off limits

A Vicenza sono corsi ai ripari dopo gli episodi di violenza e spaccio a Campo Marzo documentati da Vittorio Brumotti la scorsa settimana.

Il Prefetto di Vicenza ha deciso di optare, infatti, per la linea dura, come emerso al termine della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica dove era presente anche il sindaco Francesco Rucco.

Il Prefetto Pietro Signorello ha firmato un provvedimento che dispone «il divieto di stazionamento nelle aree di Campo Marzo e delle adiacenti stazione ferroviaria e stazione delle corriere, come anche nelle strade adiacenti, ai soggetti che ne impediscano l’accessibilità e la fruizione con comportamenti incompatibili con la vocazione e la destinazione delle aree stesse».

Nell’ordinanza si legge anche che «sarà considerato responsabile di tali comportamenti chiunque sia stato denunciato dalle forze di polizia per il compimento di attività illegali nelle aree in questione in materia di stupefacenti, in materia di reati contro la persona o in materia di danneggiamento di beni».

Il provvedimento arriva dopo le immagini trasmesse da Striscia la notizia in cui Brumotti documentava il diffuso spaccio di droga, che avviene alla luce del sole e a pochi passi dalla gente, tra cui studenti in uscita dalle scuole.

«Hanno cocaina a non finire – ha raccontato il nostro inviato – e la loro particolarità è che si muovono in bicicletta, con la droga nascosta nella bocca. I passanti e i frequentatori del parco, ogni giorno, sono costretti a dribblare gli spacciatori».

Spacciatori che in un primo momento, alla vista dell’inviato, si sono dileguati, ma che successivamente hanno reagito cercando di colpire lui e la troupe con delle pietre e lanciandogli contro le loro biciclette.

Ecco le immagini che documentano l’aggrassione.