News

Emergenza cinghiali: manifestazione a Roma di agricoltori e allevatori

Allevatori e agricoltori in rivolta a Roma di fronte a Montecitorio per protestare contro la situazione ingestibile dei cinghiali. Centinaia di persone si sono radunate per manifestare contro l'invasione nelle campagne da parte degli animali selvatici.

"L'eccessiva presenza di selvatici - spiega l'organizzazione degli agricoltori - rappresenta un rischio evidenzia per l'agroalimentare italiano visto che proprio nei piccoli comuni sotto i 5 mila abitanti si concentra il 92% delle produzioni tipiche nazionali. Un tesoro - osserva - messo a rischio dall'avanzata dei cinghiali che sempre più spesso in queste aree si spingono fin dentro i cortili e sugli usci delle case, scorrazzando per le vie dei paesi o sui campi, nelle stalle e nelle aziende agricole".

Perché i cinghiali siano così pericolosi per l'ecosistema lo avevamo già spiegato grazie al nostro consulente scientifico Eric Barbizzi, ma ciò che preoccupa i cittadini è anche il pericolo per l'incolumità delle persone.

L'ultima aggressione nella capitale risale solo a pochi giorni fa, quando una donna è stata caricata da un branco mentre portava a spasso il proprio cagnolino in zona Monte Mario.

Al fianco di agricoltori e allevatori si sono schierati sindacati, esponenti dell'ambientalismo e delle associazioni dei consumatori provenienti da tutta Italia.

Che la situazione fosse preoccupante era emerso già da qualche anno. Solo nel 2017 il nostro Riccardo Trombetta si era occupato del tema andando in Molise, presente a Roma con una delegazione, per dare voce proprio agli addetti ai lavori.

Ecco cosa aveva scoperto.