News

Mario Balotelli va all'allenamento, ma il Brescia non lo fa entrare

Prosegue il braccio di ferro tra Mario Balotelli e il Brescia, il cui rapporto sembra ormai giunto al capolinea dopo l'ultimo episodio che si è verificato al campo di allenamento.

L'attaccante questa mattina si era recato al centro sportivo di Torbole Casaglia, dove doveva tenersi la seduta di allenamento della squadra, ma secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, dopo aver parlato con un dipendente della società sarebbe tornato a casa.

Pare che il Brescia non gli abbia consentito di riprendere ad allenarsi, cosa che Balotelli non sembra aver gradito a giudicare dalla frase ironica rilasciata ai cronisti presenti: "Adesso dite che non voglio allenarmi".
 

Il braccio di ferro tra Balotelli e il Brescia

Il riferimento è alle polemiche che si erano scatenate in seguito al certificato medico presentato dal calciatore che riportava una gastroenterite che gli impediva di riunirsi alla squadra, con il successivo ricorso del club per risolvere unilateralmente il contratto.
 

La posizione ufficiale della società

In merito all'episodio di oggi, la società ha giustificato così il fatto di averlo rimandato indietro: il certificato di Balotelli per comunicare la guarigione alla società è arrivato in un orario extra lavorativo, rendendo così impossibile la comunicazione dell'Inps. L'accesso al centro sportivo, quindi, gli sarebbe stato precluso solo per una questione amministrativa, perché se si fosse fatto male nel corso dell'allenamento non sarebbe stato coperto.

L'attaccante non sembra troppo convinto della spiegazione, almeno a giudicare dalla vena polemica con cui ha lasciato la struttura.

Insomma, sembrava decisamente attapirato. Chissà che il nostro Valerio Staffelli non si cimenti in un altro stoico inseguimento come quello del 2013.