ULTIMI VIDEO

News

Michelle Hunziker e Max Laudadio assolti. Respinte al mittente le false accuse del talent scout

«Sono estremamente felice perché questa sentenza assolve me e Max Laudadio e condanna la violenza». Così Michelle Hunziker ha commentato la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale di Rimini dove la conduttrice e l’inviato di Striscia la notizia erano sotto processo su denuncia del talent scout Rodolfo Mirri, il quale aveva chiesto anche un milione e mezzo di euro di danni. La vicenda è nata nel 2010, quando un’inchiesta di Striscia ha denunciato il comportamento dell’agente che prometteva ingaggi nel mondo dello spettacolo in cambio di prestazioni sessuali a delle giovani alle prime armi. Il talent scout reagì denunciando entrambi per diffamazione e l’inviato anche per violazione di domicilio, sostituzione di persona, interferenza illecita nella vita privata e discredito e ostacolo all’attività professionale. Oggi sono stati assolti da ogni imputazione, e con questa sentenza è stata ricostruita la verità dei fatti, rimandando al mittente false accuse costruite a tavolino. «Chi sogna di fare il mio mestiere ha tutto il diritto di provarci senza doversi mai piegare ad alcun ricatto, tantomeno a quello sessuale! - ha detto la Hunziker - Sono felice perché le battaglie di Doppia difesa avranno nuove energie dopo questa sentenza e perché le giovani donne avranno più coraggio a dire di no ai soprusi».