News

Rassegna Stramba, le notizie più assurde della settimana

Rassegna stramba decisamente hot quella di questa settimana. A quanto pare il sesso va per la maggiore quando si tratta di notizie incredibili, talmente assurde da sembrare bufale.
E invece…
Quando la realtà supera la fantasia, è giusto che qualcuno la trasmetta. Ecco le notizie più strampalate, ma assolutamente vere della settimana.

Scoperte da togliere il fiato (da Dagospia)


Cornuto e mazziata. Un poliziotto è intervenuto per sedare una rissa esplosa durante un’orgia, ma quando si è recato sul posto si è ritrovato di fronte la moglie. È successo in Messico. Tre cadetti di Ciudad Victoria avevano deciso di affittare una camera per dilettarsi in compagnia di altre due donne, tutti insieme appassionatamente. Le invitate, però, hanno iniziato a litigare tra loro perché una pensava che l’altra si fosse “intrattenuta” un po’ troppo con uno degli uomini presenti. Il frastuono ha costretto gli albergatori a telefonare alla polizia. L’agente chiamato a placare gli animi si è ritrovato davanti una scena surreale, perché una delle due donne coinvolte nella maratona sessuale e nella relativa rissa era proprio sua moglie. Stando a quanto riferito dai presenti, il poliziotto ha mantenuto un contegno invidiabile, prendendo la compagna per un braccio e portandola via.


Proposta indecente (da Huffington Post)

Il contratto a tempo indeterminato è sempre più una chimera. Facile lasciarsi andare a entusiasmo sfrenato in uno dei pochi casi in cui qualche persona cara riesce a ottenerlo. Ma a volte l’affetto supera le aspettative. Come accaduto a Cesano, dove una donna all’età di 56 anni ha raggiunto l’obiettivo e, riferendolo alla collega, è stata travolta da un abbraccio talmente avvolgente da incrinarle una costola. «Appena ho comunicato alle colleghe che mi avevano fatto il contratto sono state felicissime – racconta – una di loro mi ha addirittura abbracciato e sollevato da terra». Continua. «Ho sentito subito un forte dolore, come se qualcosa si fosse rotto. Le ho chiesto di rimettermi giù. Il dolore si è calmato e ho ripreso a lavorare, è aumentato di nuovo ma la mattina seguente sono andata a lavorare». Sopportando le forti fitte è andata in azienda. Non voleva che il titolare pensasse che se ne stesse approfittando mettendosi subito in malattia dopo il contratto.



Abbracci fatali (da Il Messaggero)

Questo matrimonio non s’ha da fare. Un giovane catanese si è presentato in aeroporto armato di palloncino a forma di cuore con la scritta “Mi vuoi sposare”, mazzo di fiori e anello di fidanzamento per fare la fatidica proposta alla sua bella. Nulla però è andato come sperava. La giovane è fuggita sotto gli occhi attoniti di fidanzato e presenti, mentre la madre della ragazza si scagliava contro il povero innamorato non si sa bene per rimproverargli quale colpa. La notizia è stata diffusa sul profilo Facebook dell’aeroporto di Catania ed è diventata subito virale, anche grazie al video che immortala la scena.


Questioni di peso (da Repubblica.it)

I bagagli sono diventati uno degli strumenti di maggior guadagno delle compagnie aeree, che proprio su peso in eccesso e numero di colli fondano i loro introiti principali, specie quando si parla di low cost. Così, pur di non pagare la tassa aggiuntiva per imbarcare la valigia, Ryan Carney Williams si è presentato al gate indossando otto (OTTO) paia di pantaloni e dieci (DIECI) magliette. Per questo motivo è stato respinto all’aeroporto di Keflavik, in Islanda, dalle hostess della British Airways. Per testimoniare l’ingiustizia subita, il giovane ha fatto un video e lo ha pubblicato sul proprio profilo Twitter. Questa la risposta della compagnia: «Nel momento in cui abbiamo detto al passeggero che non sarebbe potuto salire a bordo indossando otto paia di pantaloni e dieci magliette, ha cominciato a comportarsi in maniera sgarbata. Abbiamo chiamato un addetto alla sicurezza perché non voleva allontanarsi». L'uomo ha raccontato di essere stato arrestato. Il giorno seguente, dopo essere stato rilasciato, ha provato a imbarcarsi con un volo di un’altra compagnia, questa volta low cost, ma la sorte è stata la stessa.


Questione di diritti (da ilmattino.it)

Il marketing è attività ormai indispensabile per qualsiasi attività. Almeno così deve pensarla Simona, escort romana di 35 anni, che ai Lunatici, trasmissione di Rai Radio2, ha raccontato l’idea, da molti considerata geniale. «Visto che sta arrivando il reddito di cittadinanza con cui lo Stato intende aiutare le persone che si trovano in difficoltà economica, io lancio ufficialmente il sesso di cittadinanza. Praticamente, a tutti quelli che verranno da me e mi dimostreranno di aver diritto al reddito di cittadinanza, o quando sarà in vigore di percepirlo, applicherò uno sconto del 50%», ha raccontato la ragazza. Simona è convinta che «anche il sesso deve essere un diritto per tutti, soprattutto per chi vive una situazione di difficoltà, anche economica – ha spiegato la escort di origini romane -. Incontrare una escort e farci l’amore può essere salutare sia per il fisico che per la mente. Ovviamente ogni persona che usufruirà dello sconto legato al sesso di cittadinanza potrà farlo una sola volta al mese».