News

Stasera a Striscia la notizia, tutta la verità sul caso Ambra

Dopo 20 giorni di silenzio in trasmissione, il Gabibbo e il professor Roberto Lipari hanno deciso di tornare sul caso mediatico su cui quasi tutti, addirittura la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, hanno parlato. E spesso a vanvera. Stasera a Striscia verranno smontate una per una le tante fake news. E, per finire, ci sarà lo scoop. Vi spiegheremo anche perché questa bufera poteva finire il giorno dopo la consegna del Tapiro, evitando le minacce di morte a Valerio Staffelli, Vanessa Incontrada, Alessandro Siani e ai loro figli. Invece. Altro che muro d’amore…
 
Prima Fake News demolita: il tapiro ad Ambra è stato un agguato, un atto violento contro la volontà dell’attrice. Il Gabibbo vi mostra il fuorionda dell’approccio dell’inviato Valerio Staffelli ad Ambra, che è in auto quando lo vede. Potrebbe allontanarsi. Invece scende, e segue il tapiroforo per accettare di buon grado il premio di consolazione. Verranno mostrare anche le molte immagini in cui si vede Angiolini che ride e fa battute a Staffelli.


Seconda Fake News demolita: tutti a dire, pure la ministra Bonetti, che il Tapiro andava dato al maschio alfa e che Striscia ha commesso una discriminazione di genere. Il Gabibbo vi mostra immagini di consegne passate: Scamarcio, Borriello, Monte, De Martino e tanti altri a cui è stato dato il Tapiro quando sono finiti i loro amori da copertina. «Se fossero stati fidanzati con un’operaia della Whirlpool», commenta il Gabibbo, «non se li filava nessuno!».
 
Terza Fake News demolita: Striscia è stata accusata di aver colpevolizzato Ambra per non essere stata capace di tenersi il compagno. Frase mai pronunciata. Casomai è stata Mara Venier in un’intervista televisiva ad Angiolini (2 maggio 2021) che lo ha insinuato. «Se sei innamorata non devi far scappare la persona che ami», dice. Ma allora, strano, nessuna polemica dopo.
 
Tocca poi al professor Lipari mostrare come, grazie a questa strategia, Ambra Angiolini abbia guadagnato più di 50mila follower sui social, grazie a quello che il Fatto Quotidiano ha definito “il redditizio ruolo della vittima”. E così la profittevole telenovela viene tenuta viva, con l’ingresso in scena degli avvocati dell’attrice che annunciano denunce contro Staffelli e Striscia per illegittima intromissione nella privacy.

Lipari, però, spiega che, se non è caduto in prescrizione, andrebbe denunciato anche Bruno Vespa e mostra un filmato di Porta a Porta del 2015, quando il giornalista sfruculia per bene Ambra sulla fine dell’amore con Francesco Renga. E anche andrebbe denunciata Mara Venier (viene mostrato il filmato, 2 maggio 2021) che chiede all’attrice se è chiusa la storia con Massimiliano Allegri. E poi andrebbero denunciati le decine e decine di giornali e siti che se ne escono quotidianamente con notizie tipo: Allegri chiede l’affitto della casa di Milano alla ex, o sul presunto ritrovamento di un capello biondo nella macchina dell’allenatore della Juventus. Allora ci si domanda: ma chi potrebbe avere interesse a divulgare queste notizie che sono note soltanto ai due personaggi coinvolti? Forse qualcuno che ha una strategia da attuare.

Lipari fa notare che, casualmente, tra poche settimane esce un film con Ambra protagonista nel ruolo della donna abbandonata da Fabio Volo. La pellicola in questione si intitola “Per tutta la vita”. La cui trama è stata sintetizzata da un noto settimanale così: “Quando un sì non dura per sempre”. Per sempre, guarda caso, è pure nella frase che Ambra ha postato a corredo del tatuaggio che si è fatta con la figlia qualche settimana fa. È forse già iniziato il battage pubblicitario?
 
E per finire, colpo di scena. Ambra è rappresentata da un’agenzia che si chiama Notoria Lab, sempre attenta che i loro adepti abbiano il massimo della notorietà possibile. Secondo alcune fonti, il post in difesa della mamma tradita della figlia Jolanda apparso su Instagram poco dopo la consegna del Tapiro, con tanto di foto, sarebbe stato architettato proprio nella sede di Notoria. Questa mattina Staffelli allora è andato lì e ha potuto constatare che il luogo in cui è stata scattata la foto postata da Jolanda è proprio quello: la sede dell’agenzia Notoria Lab.
 
La cosa più grave, però, è che tutta la polemica poteva finire il giorno dopo la consegna del Tapiro. Quando Vanessa Incontrada ha telefonato ad Ambra e si sono spiegate e chiarite. Però di questo fatto Angiolini nelle sue dirette radio e Instagram non ha mai dato notizia. Così non si sono evitate le minacce di morte arrivate ai conduttori, a Valerio Staffelli, ai loro figli. «Altro che muro d’amore, muro d’ipocrisia», precisa il Gabibbo.
 
Come dice il nostro Roberto Lipari, stiamo pur sempre parlando di un Tapiro e se dobbiamo arrabbiarci, sta rabbia trasformiamola in cose belle! La rabbia ci fa crescere, ci fa rovesciare le dittature. Quindi, non sprechiamola per cose mai accadute, per Tapiri, per minchiate!