ULTIMI VIDEO

Rassegna stampa

Striscia replica a Repubblica, ma quella pubblicata è una versione "taglia e cuci": ecco l'originale

Antefatto

Su Il Venerdì di Repubblica del 15 maggio scorso Filippo Ceccarelli ha scritto un commento sulla vicenda Striscia/Hunziker/Botteri.

Noi di Striscia, volendo chiarire come sono andati i fatti, smentire le bufale circolate e mettere la parola fine a una vicenda a dir poco grottesca, decidiamo di mandare una replica.

Oggi, venerdì 29, la nostra lettera viene pubblicata. Peccato però che sia stata rimaneggiata da una furba manina: un taglietto qui, una sforbiciatina là e zac, il gioco è fatto! La replica di Striscia che va in stampa diventa praticamente incomprensibile, rendendo così vano il nostro tentativo di fare chiarezza ai lettori del settimanale di Repubblica.

E questa non è solo che l’ultima di una lunga serie di mistificazioni e manipolazioni che da sempre il gruppo Repubblica Espresso attua nei confronti di Striscia.

Noi però non ci arrendiamo, eccovi quindi la lettera originale integrale e quella che è stata pubblicata da Il Venerdi. Giudicate voi.
 

La versione originale di Striscia la notizia

Gentile Filippo Ceccarelli,

“lo spensieratino servizio di Striscia”, come scrive lei su Il Venerdì, purtroppo è stato trasformato nella bufala del cosiddetto “vergognoso attacco di Striscia a Giovanna Botteri”. E questo per colpa dei tanti che, invece di guardare il servizio andato in onda, si sono dati da fare nel commentarlo “per sentito dire”.

Sulla bufala è partita una indegna gazzarra nei confronti della povera Michelle Hunziker. Migliaia di insulti, auguri di morte compresi, a Michelle e alla sua famiglia, postati sui social dai cosiddetti “leoni da tastiera”, con l’aggravante che molti dei più volgari arrivassero proprio da donne che, paradossalmente, accusavano la Hunziker di offendere una donna.

Ed è questo il motivo per il quale noi, “apprezzati professionisti della punzecchiatura” - come scrive lei - abbiamo condiviso il video in cui Michelle chiedeva direttamente a Giovanna Botteri una parola per fermare il massacro di cui era vittima.

Non una bella storia, c’è da dire, ma che per fortuna ha avuto un lieto fine con il video messaggio di Giovanna Botteri”.
 

La versione pubblicata su Il Venerdì


Gentile Filippo Ceccarelli,

«lo spensieratino servizio di Striscia», (Venerdì 15 maggio) è stato trasformato nella bufala del «vergognoso attacco di Striscia a Giovanna Botteri».

Ed è questo il motivo per il quale noi, «apprezzati professionisti della punzecchiatura» abbiamo condiviso il video in cui Michelle, attaccata pesantemente sui social, chiedeva direttamente a Giovanna Botteri una parola per fermare il massacro.