Nomadi digitali, chi sono

Marco Camisani Calzolari ci spiega chi sono i nomadi digitali, quelle persone cui bastano un computer e una connessione internet per lavorare e che quindi possono viaggiare e vivere dove preferiscono

Marco Camisani Calzolari ci spiega chi sono i nomadi digitali, quelle persone cui bastano un computer e una connessione internet per lavorare e che quindi possono viaggiare e vivere dove preferiscono

03/04/2021

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Perché Facebook non blocca i post fraudolenti?

Perché Facebook non blocca i post fraudolenti?

Le maglie della censura di Facebook rispetto alla liceità di alcuni post fanno parecchio discutere. A fronte di moltissimi post bloccati dalla piattaforma per i più svariati motivi, ce ne sono altrettanti che invece vengono accettati, nonostante siano palesemente fraudolenti. La differenza sembrerebbe essere la disponibilità a pagare per sponsorizzare il contenuto. Marco Camisani Calzolari ha chiesto spiegazioni direttamente a Facebook

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
SMA, ancora problemi con le autorizzazioni per la terapia genica

SMA, ancora problemi con le autorizzazioni per la terapia genica

Pinuccio torna a occuparsi dei bambini affetti da SMA di tipo 1, perché dopo la storia di Melissa, nonostante l'AIFA abbia allargato i criteri per usufruire della terapia genica (particolarmente costosa), ci sono ancora molti bambini che restano esclusi dalle cure per via di alcuni cavilli. I genitori, quindi, per ottenere il costosissimo farmaco sono costretti a rivolgersi agli Stati Uniti, ma non tutti hanno queste possibilità economiche

Top 10 Video

tutti i video
Aboubakar Soumahoro, l’intervista esclusiva al direttore della Caritas di San Severo

Aboubakar Soumahoro, l’intervista esclusiva al direttore ...

Pinuccio torna sul caso di Aboubakar Soumahoro, autosospesosi da deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, con la prima e unica intervista televisiva a don Andrea Pupilla, direttore della Caritas Diocesana di San Severo. Soumahoro in passato aveva raccolto 16mila euro per fare dei regali ai bambini del ghetto di San Severo, annunciando con gran risalto l'iniziativa vestito da Babbo Natale in un video. Peccato che, come rivela don Andrea Pupilla, «nel ghetto di Torretta Antonacci bambini non ...

use DateTime;