Contratti da portieri, lavoro da guardie: nuove segnalazioni

Chiara Squaglia torna a occuparsi di Mattioli Sicur Group, una società che secondo diversi segnalatori farebbe contratti da portieri o addetti a indagini commerciali, costringendo poi i dipendenti a lavorare come guardie, con mansioni di vigilanza o anti-taccheggio. L'azienda aveva reagito al servizio del 14 novembre 2022 licenziando i lavoratori che per primi si erano rivolti a Striscia e rifiutandosi di rispondere alle domande dell'inviata. Che però dopo la messa in onda ha ricevuto ...

Chiara Squaglia torna a occuparsi di Mattioli Sicur Group, una società che secondo diversi segnalatori farebbe contratti da portieri o addetti a indagini commerciali, costringendo poi i dipendenti a lavorare come guardie, con mansioni di vigilanza o anti-taccheggio. L'azienda aveva reagito al servizio del 14 novembre 2022 licenziando i lavoratori che per primi si erano rivolti a Striscia e rifiutandosi di rispondere alle domande dell'inviata. Che però dopo la messa in onda ha ricevuto ...

01/05/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Tumori, le tante bugie della sedicente guaritrice

Tumori, le tante bugie della sedicente guaritrice

Chiara Squaglia ci racconta cosa ha scoperto di nuovo sulla sedicente sciamana che promette di guarire i tumori, convincendo le persone ad abbandonare le cure ufficiali. L'inviata scopre che molte informazioni del suo curriculum non sono corrette, dal corso di psiconeuroendocrinoimmunologia mai conseguito al titolo di docente del Master online in Scienze Quantistiche e della Salute che non risulta, fino alla collaborazione con l'Associazione Ippocrate, smentita dai suoi stessi vertici

La sedicente guaritrice di tumori si difende: «Non è mia la colpa della morte»

La sedicente guaritrice di tumori si difende: «Non è mia la ...

Chiara Squaglia si occupa ancora della sciamana che sostiene di saper curare questi brutti mali. Dopo aver avuto il coraggio di chiedere alla madre di Massimo, malato di cancro e poi morto, di farle pubblicamente le scuse, la donna di Rimini ha raccontato la sua versione a un giornale locale. E non si è neanche trattenuta dal negare l'evidenza, sostenendo di non possedere i macchinari di cui si era vantata nei precedenti servizi di Striscia

L'inchiesta sulla sedicente guaritrice di tumori continua

L'inchiesta sulla sedicente guaritrice di tumori continua

Chiara Squaglia torna a occuparsi della sciamana che dice di poter curare il cancro con un macchinario, a suo dire, miracoloso. Dopo i servizi di Striscia la donna ha inviato dei messaggi intimidatori alla mamma di Massimo, deceduto dopo aver rifiutato le cure mediche. Ecco i vocali che l'uomo aveva inviato ai suoi amici quando si era affidato a lei e la testimonianza del dottor Francesco De Rosa, oncologo dell'istituto romagnolo per lo studio dei tumori

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Diabetici senza farmaco: viene usato per dimagrire

Diabetici senza farmaco: viene usato per dimagrire

Max Laudadio racconta il caso Ozempic: il farmaco che serve per trattare il diabete di tipo 2 è introvabile in tutta Italia. E la ragione per tale carenza è particolare: si dice che, assunto da chi non è diabetico, l'Ozempic faccia dimagrire. La pratica senza prescrizione medica è promossa sui social da personaggi famosi e divi di Hollywood e anche per questo ha preso piede pure in Italia. E ha creato gravi problemi alle persone che hanno davvero bisogno del farmaco.

Troppi debiti e spese per gli esterni, sciopero Rai il 26 maggio

Troppi debiti e spese per gli esterni, sciopero Rai il 26 maggio

Pinuccio di Rai Scoglio24 ci aggiorna sugli ultimi sviluppi del caso Rai: i sindacati hanno indetto uno sciopero generale di tutti i dipendenti per protestare contro la gestione della Tv di Stato, che ha accumulato più di mezzo miliardo di debiti. Sotto accusa, i tanti appalti esterni. Ci sono programmi, come "Non sono una signora", lo show delle drag queen con Alba Parietti, che sono costati parecchio e non vanno neppure in onda.

Napoli, si gira

Napoli, si gira "È stata la mano di Dia"

"Striscia lo striscione" di Cristiano Militello edizione festa mancata (o rimandata): mentre in città qualcuno ricordava i saggi ammonimenti del grande Massimo Troisi ("Festeggiamo, ma non dimentichiamo l'acqua e il gas aperti"), allo stadio si consumava una mezza delusione con il gol dell'attaccante senegalese (e questa volta il regista non era Sorrentino, ma salernitano). Intanto, a Firenze si celebrava Italiano, un allenatore""miticoloso".

Top 10 Video

tutti i video
Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Una collaboratrice di Valerio Staffelli, impegnata nella realizzazione di un servizio sui borseggi alla Stazione Centrale di Milano e munita di regolare biglietto, è stata bloccata ai varchi d'ingresso ai binari dal personale di sicurezza delle Ferrovie. Di fatto è stato così impedito al tg satirico di proseguire l'inchiesta sui furti nei treni. Nel frattempo le borseggiatrici passavano tranquillamente e senza titolo di viaggio dai tornelli di uscita lì accanto

Papa Francesco guarda l’ora e si aggiudica I nuovi mostri

Papa Francesco guarda l’ora e si aggiudica I nuovi mostri

Re Carlo è tra i protagonisti di questa puntata della rubrica di Striscia sulle mostruosità televisive. Il terzo posto è invece di Francesco Paolantoni nei panni di uno chef un po'pasticcione. Il secondo gradino se lo aggiudica il pretendente Fabio di Uomini e donne che pretende di avere ragione e viene sgridato da Maria De Filippi. Il primo posto è infine del Papa che assiste con entusiasmo e trasporto all'esibizione di Luciano Ligabue

use DateTime;