Video

U-Mask e le informazioni equivoche ai clienti

Dopo i servizi di Striscia, i cui test hanno dimostrato che la U-Mask filtrerebbe addirittura meno di una comune chirurgica da 50 centesimi, diversi utenti si sono lamentati per via delle informazioni equivoche diffuse dalla startup sul suo sito e via mail, che portavano i clienti a pensare di avere una protezione paragonabile a quella di una mascherina FFP2 o FFP3. Ma le ambiguità non finiscono qui, come ci spiega Moreno Morello

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE…