Val D’Ala, la stazione di Roma chiusa da dieci anni

Doveva aprire a dicembre del 2021 dopo i "lavori di potenziamento" iniziati nel 2014 e così servire una parte di Roma in cui abitano 200.000 persone. Nel 2023 è ancora tutto transennato. Jimmy Ghione va a chiedere spiegazioni al Presidente del Terzo Municipio, Paolo Emilio Marchionne, il quale si augura che entro l'estate le operazioni di rafforzamento siano terminate e invita Striscia a salire insieme sul primo treno che parta da lì.

Doveva aprire a dicembre del 2021 dopo i "lavori di potenziamento" iniziati nel 2014 e così servire una parte di Roma in cui abitano 200.000 persone. Nel 2023 è ancora tutto transennato. Jimmy Ghione va a chiedere spiegazioni al Presidente del Terzo Municipio, Paolo Emilio Marchionne, il quale si augura che entro l'estate le operazioni di rafforzamento siano terminate e invita Striscia a salire insieme sul primo treno che parta da lì.

29/04/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Barche arenate a Rio Martino, problemi anche per l'indotto

Barche arenate a Rio Martino, problemi anche per l'indotto

Jimmy Ghione torna come il suo alter ego Indiana Ghiones a Rio Martino (Latina) dove i pescatori avevano chiesto il suo intervento per l'impossibilità di uscire dal porto canale. Dopo l'intervento di Striscia è stato effettuato un piccolo dragaggio: la situazione è migliorata per un po' ma ora tutto è tornato come prima e il problema riguarda anche alberghi, campeggi e altre realtà dell'indotto turistico di una località che fronteggia Ponza e Palmarola

Roma, tassisti furbetti esigono più del doppio dagli stranieri

Roma, tassisti furbetti esigono più del doppio dagli stranieri

Efficace esperimento di Jimmy Ghione: prendendo come tratta di riferimento quella tra piazza San Pietro e la stazione Termini, circa 5 chilometri, la troupe di Striscia analizza il comportamento di diversi tassisti, di fronte alle richieste di preventivo di un gancio giapponese. Se la tariffa equa da tassametro si aggira attorno ai 20 euro, in molti arrivano a chiederne 45-48, rigorosamente cash. Ma quando l'inviato va a chiedere spiegazione, chi è al volante si allontana frettolosamente

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Ecco come smaltire mascherine, assorbenti e oli esausti

Ecco come smaltire mascherine, assorbenti e oli esausti

Leonardo, 16 anni, da Siracusa per "Ambiente ciovani" ci parla di un "tappo" che spesso provoca problemi negli scarichi domestici o nelle fognature. È quello formato da materiali che non vanno gettati direttamente negli scarichi (batuffoli per le orecchie, dischetti di cotone, pannolini, assorbenti, mascherine…) e che diventano particolarmente temibili quando incontrano gli olii esausti, anche di cucina, che vanno smaltiti negli appositi contenitori.

Angelica Massera e la

Angelica Massera e la "manovra" che salva la vita

L'inviata è a Monza per parlarci di una tecnica detta "di Heimlich", che permette di impedire il soffocamento di bambini e neonati in caso di "boccone di traverso", cioè quando un frammento di cibo, invece di imboccare l'esofago, prende la via della trachea. È un incidente talvolta tragico che succede più frequentemente di quanto si pensa. I volontari dell'associazione "Salvagente Italia" ci spiegano cosa bisogna fare quando accade e come prevenire il prblema.

Scudetto Napoli: fa festa anche il mercato nero delle auto

Scudetto Napoli: fa festa anche il mercato nero delle auto

Luca Abete indaga sul sottobosco di chi cerca di fare affari in occasione della festa per lo scudetto del Napoli: secondo molti esperti del settore, i cortei per la vittoria del campionato potrebbero nascondere molte vetture rubate, sotto sequestro, alcune addirittura senza documenti e senza targa. Approfittando della confusione e dell'impossibilità di bloccare il traffico, tutti questi veicoli potrebbero tornare a circolare "liberamente". L'inviato si mette sulle tracce di ...

Top 10 Video

tutti i video
Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Ottocento aspiranti poliziotti superarono la prima prova scritta di un concorso a gennaio 2020 e poi vennero dimenticati. Non c'è stato scorrimento di quella graduatoria ma di quelle più recenti uscite da altre due selezioni, con candidati che hanno preso voti inferiori alla più severa soglia del 2020. Alcuni di coloro che ancora aspettano fra un po' raggiungeranno il limite di età e si sentono beffati. Chiara Squaglia ha chiesto spiegazioni alla Polizia e al ministero dell'Interno

use DateTime;