Affreschi abbandonati, lo scandalo di Pignataro Maggiore

Luca Abete torna a Pignataro Maggiore (Caserta), località dal valore culturale notevole ma lasciata al più completo abbandono nonostante Striscia se ne fosse occupata già nel 2008. Qui si trovano addirittura degli affreschi e delle opere trafugate di cui nessuno sembra preoccuparsi

Luca Abete torna a Pignataro Maggiore (Caserta), località dal valore culturale notevole ma lasciata al più completo abbandono nonostante Striscia se ne fosse occupata già nel 2008. Qui si trovano addirittura degli affreschi e delle opere trafugate di cui nessuno sembra preoccuparsi

02/06/2021

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Mafia e cantanti neomelodici, una nota stonata della nostra terra

Mafia e cantanti neomelodici, una nota stonata della nostra terra

Luca Abete ci parla di alcuni artisti neomelodici che si associano alla criminalità organizzata, arrivando anche a inneggiare alla Camorra e ai suoi capiclan. I messaggi espliciti a sostegno della malavita trovano spazio anche sui social. L'inviato incontra un influencer che comunica concetti discutibili sulle sue pagine e quando l'inviato gli chiede spiegazioni, l'organizzazione criminale sembra non esistere più

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Occhio al trucco, come distinguere le mascherine FFP2

Occhio al trucco, come distinguere le mascherine FFP2

Le mascherine FFP2 prima della pandemia erano destinate ad alcuni tipi di lavori per i quali era necessaria una protezione, ma a causa del Covid è stata autorizzata la produzione di dispositivi con un iter di validazione semplificato. Ma queste nuove mascherine dovrebbero riportare la dicitura che specifichi che proteggono dal Covid e che non sono destinate ad applicazioni industriali. Purtroppo questo non sempre avviene, come ci mostra Moreno Morello

Top 10 Video

tutti i video
Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Una collaboratrice di Valerio Staffelli, impegnata nella realizzazione di un servizio sui borseggi alla Stazione Centrale di Milano e munita di regolare biglietto, è stata bloccata ai varchi d'ingresso ai binari dal personale di sicurezza delle Ferrovie. Di fatto è stato così impedito al tg satirico di proseguire l'inchiesta sui furti nei treni. Nel frattempo le borseggiatrici passavano tranquillamente e senza titolo di viaggio dai tornelli di uscita lì accanto

use DateTime;