Amazon gli blocca l’account di vendita, commerciante sommerso di pacchi

Riccardo Trombetta ci racconta la storia di un commerciante in fumetti e gadget che si è visto bloccare il proprio account di vendita Amazon a seguito di un errore. A distanza di due mesi e nonostante i ripetuti tentativi, l'imprenditore non è riuscito a risolvere la situazione. Il nostro inviato prova a sentire il colosso dell'e-commerce

Riccardo Trombetta ci racconta la storia di un commerciante in fumetti e gadget che si è visto bloccare il proprio account di vendita Amazon a seguito di un errore. A distanza di due mesi e nonostante i ripetuti tentativi, l'imprenditore non è riuscito a risolvere la situazione. Il nostro inviato prova a sentire il colosso dell'e-commerce

09/06/2022

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Roma Termini, la Sala Blu non ha bagno. Il ministro: entro l'anno ci sarà

Roma Termini, la Sala Blu non ha bagno. Il ministro: entro l'anno ...

Riccardo Trombetta raccoglie le molte segnalazioni su una grave mancanza dello spazio di assistenza alle persone disabili o a ridotta mobilità: non c'è la toilette. Dopo aver verificato i diversi problemi che questo provoca a chi, per esempio, si muove in carrozzina, l'inviato si rivolge al ministro per le Infrastrutture Salvini che promette un pronto intervento. E ottiene in cambio la giacca dell'inviato di Striscia: ma solo se e quando il bagno della Sala Blu verrà inaugurato. Ce la farà?

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
La triste storia della Sandra Z, inutilizzata e prossima alla demolizione

La triste storia della Sandra Z, inutilizzata e prossima alla ...

Moreno Morello ci racconta la storia (triste) della motonave Sandra Z, acquistata nel 2000 per 5 miliardi di lire e che rappresentava una speranza per il futuro dei veneziani. Peccato che quell'imbarcazione abbia dovuto fronteggiare ogni tipo di vicissitudine, al punto che nel 2006 era ancora inutilizzata. Nonostante il tentativo di correre ai ripari vendendola, ad oggi risulta ancora ormeggiata a Venezia, in disarmo e inutilizzata

Top 10 Video

tutti i video
Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Ottocento aspiranti poliziotti superarono la prima prova scritta di un concorso a gennaio 2020 e poi vennero dimenticati. Non c'è stato scorrimento di quella graduatoria ma di quelle più recenti uscite da altre due selezioni, con candidati che hanno preso voti inferiori alla più severa soglia del 2020. Alcuni di coloro che ancora aspettano fra un po' raggiungeranno il limite di età e si sentono beffati. Chiara Squaglia ha chiesto spiegazioni alla Polizia e al ministero dell'Interno

Insulti e minacce ad Abete dal venditore di olio fake

Insulti e minacce ad Abete dal venditore di olio fake

Napoli, Luca Abete torna a parlarci di extravergine di oliva contraffatto. C'è pure un venditore all'ingrosso di un clamoroso prodotto fake, una miscela sospetta di olio di semi, che lavorerebbe nei ristoranti come chef. Ci si chiede: con quale condimento preparerà la sua frittura? L'inviato lo cerca per saperne di più sulla sua attività di smercio di bottiglie con l'etichetta di un noto marchio falsificata. Ma l'uomo lo accoglie in maniera tutt'altro che pacifica

Campobasso, la metro leggera dal costo pesante non parte

Campobasso, la metro leggera dal costo pesante non parte

Per coprire con una metropolitana leggera i 41 chilometri tra Matrice e Bojano sono state costruite ex novo tre stazioni, oltre a quelle restaurate. Ma nonostante la spesa di oltre 22 milioni di euro tutto è fermo, come ci racconta Pinuccio, anche perché nel piano di spesa non sono stati previsti i treni. Inoltre il tracciato insiste sulla tratta Campobasso-Termoli, che di fatto è chiusa. Perché? Serviva un bacino di soli 5 passeggeri al giorno per una spesa annua di 2 milioni di euro

Auto mai consegnate, a Torino nessun rimborso all’orizzonte

Auto mai consegnate, a Torino nessun rimborso all’orizzonte

Andiamo con Chiara Squaglia a Torino dove un rivenditore di auto avrebbe venduto, in pronta consegna, vetture mai consegnate. Uno dei clienti avrebbe sborsato 20mila euro, sostenuto spese legali e comprato un altro mezzo per spostarsi. Il paradosso? Il signor Donato, che non l'ha mai rimborsato e che nel frattempo ha allargato il business, gli avrebbe chiesto i "danni morali" se avesse diffuso in Internet il servizio di Striscia!

use DateTime;