E più E, clienti preoccupati e tartassati

Max Laudadio torna a parlarci di E più E, società che prometteva di non pagare più le bollette per vent'anni attraverso una scatoletta collegata al contatore che avrebbe dovuto far arrivare energia pulita. A distanza di tre anni dai nostri servizi in cui esprimevamo qualche dubbio sul suo funzionamento, la società risulta ormai cessata, lasciando i clienti senza notizie e con conti salati da pagare

Max Laudadio torna a parlarci di E più E, società che prometteva di non pagare più le bollette per vent'anni attraverso una scatoletta collegata al contatore che avrebbe dovuto far arrivare energia pulita. A distanza di tre anni dai nostri servizi in cui esprimevamo qualche dubbio sul suo funzionamento, la società risulta ormai cessata, lasciando i clienti senza notizie e con conti salati da pagare

03/06/2022

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Schiuma nell'Olona, la fabbrica abbandonata

Schiuma nell'Olona, la fabbrica abbandonata

Max Laudadio si trova a Cairate (Varese) perché qui da anni le acque del fiume Olona sono invase periodicamente da schiume sospette. Il motivo è che il terreno e le acque sotterrane sono contaminati a causa dei riversamenti di una ex fabbrica di detersivi. La cosa sconvolgente è che, nonostante l'azienda sia fallita, sul luogo sono rimaste decine di bidoni e sacchi contenenti materiale chimico, che dunque continua a contaminare l'ambiente circostante

CO2 nelle scuole, la promessa di Costa

CO2 nelle scuole, la promessa di Costa

Max Laudadio torna a occuparsi della qualità dell'aria che respiriamo negli ambienti al chiuso e della percentuale di CO2 presente in determinati luoghi, come per esempio le scuole. Dopo i servizi di Striscia, infatti, diverse associazioni di genitori e insegnanti hanno scritto per chiedere l'installazione delle macchinette che rilevano il quantitativo di CO2 nell'aria. Il nostro inviato ha contattato nuovamente il Sottosegretario al Ministero della Salute Andrea Costa e gli ha strappato ...

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Afghanistan: il pericolo non è finito, ma l'Italia ha la memoria corta

Afghanistan: il pericolo non è finito, ma l'Italia ha la memoria ...

Da quando i talebani hanno preso il controllo dell'Afghanistan lo scorso agosto, il destino di coloro che hanno collaborato con il governo italiano è appeso a un filo. Rajae questa volta ci racconta la storia di Hanif, profugo fuggito in Iran che ha rischiato la vita con ben due sequestri da parte della tratta di esseri umani e che ora cerca di ricongiungersi con lo zio che ha cittadinanza italiana. Ma la burocrazia è una rete difficile da sbrogliare

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;