Elezioni, poteva andare peggio

Roberto Lipari analizza la campagna elettorale da poco conclusa, tra leader che (ri)scoprono i social (ogni riferimento a Berlusconi su Tik Tok è puramente casuale) e liste che non sono state ammesse, ma che avrebbero potuto ottenere un certo riscontro

Roberto Lipari analizza la campagna elettorale da poco conclusa, tra leader che (ri)scoprono i social (ogni riferimento a Berlusconi su Tik Tok è puramente casuale) e liste che non sono state ammesse, ma che avrebbero potuto ottenere un certo riscontro

28/09/2022

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Roma, candidati civetta ne abbiamo?

Roma, candidati civetta ne abbiamo?

Roberto Lipari è davanti a Montecitorio per parlarci in modo satirico di una "truffa" legale, quella del candidato civetta. Un politico famoso che raccoglie tantissimi voti come se dovesse andare lui al Parlamento europeo una volta eletto. Ma al suo posto ci sarà il primo dei non eletti, per molti uno sconosciuto. L'inviato ne scova uno (in realtà un suo collega travestito), mentre tenta di "truffare" i passanti. Poi raccoglie la testimonianza di una sua "vittima"...

I politici di nuovo bimbi tra cacchine, pannolini e palloncini

I politici di nuovo bimbi tra cacchine, pannolini e palloncini

«Sarebbe bello tornare bambini per un giorno», riflette il leader del Movimento 5 Stelle. Lo seguono a ruota Matteo Salvini, Matteo Renzi, Carlo Calenda, Giorgia Meloni ed Elly Schlein in questa canzone nostalgica. C'è chi vorrebbe gonfiare di nuovo i palloncini, chi stare tutto il tempo sul passeggino, chi tornare a parlare con la T e la lingua davanti. E altro ancora. Highlander Dj rivela a tempo di musica i loro inconfessabili desideri

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata

Top 10 Video

tutti i video
Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Una collaboratrice di Valerio Staffelli, impegnata nella realizzazione di un servizio sui borseggi alla Stazione Centrale di Milano e munita di regolare biglietto, è stata bloccata ai varchi d'ingresso ai binari dal personale di sicurezza delle Ferrovie. Di fatto è stato così impedito al tg satirico di proseguire l'inchiesta sui furti nei treni. Nel frattempo le borseggiatrici passavano tranquillamente e senza titolo di viaggio dai tornelli di uscita lì accanto

Papa Francesco guarda l’ora e si aggiudica I nuovi mostri

Papa Francesco guarda l’ora e si aggiudica I nuovi mostri

Re Carlo è tra i protagonisti di questa puntata della rubrica di Striscia sulle mostruosità televisive. Il terzo posto è invece di Francesco Paolantoni nei panni di uno chef un po'pasticcione. Il secondo gradino se lo aggiudica il pretendente Fabio di Uomini e donne che pretende di avere ragione e viene sgridato da Maria De Filippi. Il primo posto è infine del Papa che assiste con entusiasmo e trasporto all'esibizione di Luciano Ligabue

Milano, dopo il Daspo mattutino la borseggiatrice torna in azione

Milano, dopo il Daspo mattutino la borseggiatrice torna in azione

Staffelli torna a occuparsi del problema dei furti sui treni e tra i binari di Milano Centrale. Una ragazza punta un anziano in procinto di salire sul treno con la scusa di aiutarlo. Una borseggiatrice camaleontica, già beccata più volte, rivolge all'inviato frasi volgari davanti ad alcuni bambini. Un'altra per sfuggire a Staffelli si infila addirittura negli uffici della Polfer, che le notifica il Daspo. Lei però torna di nuovo in azione superando i tornelli con gran disinvoltura...

use DateTime;