Traffico di clandestini, come superano la frontiera coi pullman

Max Laudadio prosegue con la sua inchiesta sul presunto traffico di clandestini dall'Italia alla Francia, perché ha scoperto che i gruppi di persone che organizzano questi viaggi irregolari sono diversi. Ecco il reportage dalla stazione di Milano Lampugnano, diventata terra di nessuno, e come hanno reagito i presunti trafficanti quando il nostro inviato ha chiesto loro spiegazioni

Max Laudadio prosegue con la sua inchiesta sul presunto traffico di clandestini dall'Italia alla Francia, perché ha scoperto che i gruppi di persone che organizzano questi viaggi irregolari sono diversi. Ecco il reportage dalla stazione di Milano Lampugnano, diventata terra di nessuno, e come hanno reagito i presunti trafficanti quando il nostro inviato ha chiesto loro spiegazioni

16/11/2022

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Schiuma nell'Olona, la fabbrica abbandonata

Schiuma nell'Olona, la fabbrica abbandonata

Max Laudadio si trova a Cairate (Varese) perché qui da anni le acque del fiume Olona sono invase periodicamente da schiume sospette. Il motivo è che il terreno e le acque sotterrane sono contaminati a causa dei riversamenti di una ex fabbrica di detersivi. La cosa sconvolgente è che, nonostante l'azienda sia fallita, sul luogo sono rimaste decine di bidoni e sacchi contenenti materiale chimico, che dunque continua a contaminare l'ambiente circostante

CO2 nelle scuole, la promessa di Costa

CO2 nelle scuole, la promessa di Costa

Max Laudadio torna a occuparsi della qualità dell'aria che respiriamo negli ambienti al chiuso e della percentuale di CO2 presente in determinati luoghi, come per esempio le scuole. Dopo i servizi di Striscia, infatti, diverse associazioni di genitori e insegnanti hanno scritto per chiedere l'installazione delle macchinette che rilevano il quantitativo di CO2 nell'aria. Il nostro inviato ha contattato nuovamente il Sottosegretario al Ministero della Salute Andrea Costa e gli ha strappato ...

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;