Vivo sì, ma morto per la pensione

Stefania Petyx e Luca Abete si occupano insieme del caso del signor Angelo che risulta inspiegabilmente morto per l'istituto di previdenza sociale americano e che quindi non riceve da mesi la sua pensione

Stefania Petyx e Luca Abete si occupano insieme del caso del signor Angelo che risulta inspiegabilmente morto per l'istituto di previdenza sociale americano e che quindi non riceve da mesi la sua pensione

13/02/2020

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Per gli imprenditori processati e assolti c'è la condanna al fallimento

Per gli imprenditori processati e assolti c'è la condanna al ...

Stefania Petyx incontra Pietro Cavallotti, che ha visto l’azienda di famiglia crollare dopo due processi che hanno coinvolto lui, suo padre, i suoi zii e cugini, processi poi entrambi finiti con un’assoluzione. Alla fine dell’odissea nei tribunali Cavallotti è tornato in possesso dell’azienda, che però non valeva più niente: la gestione dello Stato è stata fallimentare. Il bello è che tutto è avvenuto nel pieno rispetto della legge, che forse andrebbe cambiata, come spiega a Jimmy Ghione il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Siracusano.

La burocrazia contro chi vive (per scelta senza) fissa dimora

La burocrazia contro chi vive (per scelta senza) fissa dimora

Stefania Petyx è a Partinico, in provincia di Palermo, per raccontare la storia di Alessandro, che per scelta e non per necessità, vive in un camper ed è dunque senza fissa dimora. Ma il comune di Partinico si rifiuta di assegnare lo speciale tipo di residenza, previsto dalla legge. Perché? Probabilmente perché la norma è antica e ambigua e ogni comune la interpreta in modo diverso. Riusciranno Stefania Petyx e il bassotto a risolvere questo caso?

I deputati siciliani la notte si sono aumentati lo stipendio

I deputati siciliani la notte si sono aumentati lo stipendio

I consiglieri della regione Sicilia, detti deputati, hanno deciso di combattere l'inflazione e si sono garantiti quasi 900 euro al mese in più. Ora ne guadagnano più di 12.000, mentre un deputato al parlamento nazionale supera di poco i 10.000. Stefania Petyx va a chiedere ai deputati se confermeranno la decisione o no: alcuni dicono che voteranno contro, altri che diranno ancora di sì. E molti scappano senza rispondere.

Napoli, pazienti in barella per giorni: l'emergenza c'è, anche se De Luca smentisce

Napoli, pazienti in barella per giorni: l'emergenza c'è, anche ...

Luca Abete torna all'Ospedale Cardarelli per dimostrare che sono ancora numerosi i pazienti parcheggiati al Pronto soccorso per giorni. Il presidente della Regione De Luca aveva detto che le immagini del primo servizio erano vecchie e aveva parlato di "fenomeno canagliesco", ma purtroppo era tutto vero. Anzi, anche altri ospedali napoletani hanno lo stesso problema. Invece che smentire, sarebbe ora di intervenire.

Petyx aggredita a Campobello di Mazara, ultimo covo di Messina Denaro

Petyx aggredita a Campobello di Mazara, ultimo covo di Messina ...

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) in esclusiva le primissime immagini dell'aggressione subita da Stefania Petyx a Campobello di Mazara, ultimo covo del boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro. L'inviata del tg satirico, in missione per chiedere ai cittadini un selfie contro la mafia, invece di ricevere solidarietà è stata insultata, minacciata e poi quasi investita da un motorino. Il servizio integrale andrà in onda nella puntata del 27 gennaio.

Pernacchie per i progetti di edilizia popolare a Palermo

Pernacchie per i progetti di edilizia popolare a Palermo

Stefania Petyx si occupa dell'occupazione abusiva: a Palermo un bene sequestrato alla mafia è occupato da 10 anni da 41 famiglie con circa 80 bambini. Negata la possibilità di affittare casa in mancanza di contratti lavorativi e garanti, ora che hanno ricevuto un avviso di sfratto, queste famiglie dove finiranno? È l'annoso problema dell'edilizia popolare di Palermo, che ha perso la possibilità di accedere al Pnrr, qui diventato Prrr!

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata

Top 10 Video

tutti i video
Il bar dell’Agenzia delle entrate non fa scontrini: per Ghione e la troupe botte, minacce e spintoni

Il bar dell’Agenzia delle entrate non fa scontrini: per ...

Jimmy Ghione si era già occupato nel 2018 del bar sito all'interno della sede dell'Agenzia delle entrate Eur 6 Torrino, a Roma, che incredibilmente - pur trovandosi in ufficio che si occupa proprio di tasse - non faceva gli scontrini ai clienti. Ci è tornato per vedere se qualcosa fosse cambiato e questa volta è andata pure peggio: scontrini zero, o quasi, e in compenso botte, spintoni e minacce: "Prendo il coltello e vi ammazzo" è la frase rivolta a Ghione e alla sua squadra dal ...

Strage all’Agenzia delle Entrate? La denuncia del dipendente a Jimmy Ghione

Strage all’Agenzia delle Entrate? La denuncia del dipendente ...

«Dovreste ringraziarmi che mi sono messo in mezzo, ho evitato una strage». È così che un dipendente (da oltre 40 anni) dell'Agenzia delle Entrate di Roma 6 (Eur Torrino) parla del barista-aggressore che aveva minacciato di "prendere un coltello e ammazzare" Jimmy Ghione e il suo cameraman. L'inviato è tornato sul luogo del misfatto per vendere (per finta) caffè "nero" e stampare fotocopie in bianco e "nero" ai dipendenti in entrata.

22 marzo 2023

22 marzo 2023

Piacenza-Lecco, Bunino espulso - "Ambiente Ciovani": attenti ai crepacci nei ghiacciai! - Brumotti ad Aprilia libera i parcheggi e si prende sputi e spinte - Il Catanzaro promosso in B, rimandato in italiano - De Micheli: "Elly Schlein? Ha cambiato troppe squadre" - Mara Maionchi a "Fatti e rifatti": passerà il test? - Buste a sorpresa: l'emozione del rischio che può portare alla ludopatia - A "MinisterChef" le polpette di polpo di Nicola Fratoianni - Reef Immobiliare: dopo l'anticipo, ...

use DateTime;