Brumotti ad Aprilia libera i parcheggi e si prende sputi e spinte

Con il potere della cacca, l'inviato-biker scende dalla bici per liberare i posti auto per disabili occupati da chi non ne ha diritto. Tutto bene, o quasi, fino a quando un tipo gli si avvicina con aggressività, cerca di abbattere la telecamera e infine prende a sputi pure Brumotti. Ahi ahi…

Con il potere della cacca, l'inviato-biker scende dalla bici per liberare i posti auto per disabili occupati da chi non ne ha diritto. Tutto bene, o quasi, fino a quando un tipo gli si avvicina con aggressività, cerca di abbattere la telecamera e infine prende a sputi pure Brumotti. Ahi ahi…

22/03/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Caivano, il supermercato della droga è sempre aperto

Caivano, il supermercato della droga è sempre aperto

Vittorio Brumotti torna a Caivano (Napoli), uno dei ghetti dello spaccio più violenti e inaccessibili d'Europa - diverse volte oggetto dei servizi del tg satirico - e scena dell'orribile stupro che poche settimane fa ha riempito notiziari e quotidiani di tutta Italia. E vi trova, nonostante le retate, un supermercato della droga sempre attivo. L'inviato assiste al blitz dei Carabinieri che smantella un "bancomat della droga" e trova grandi quantità di cocaina, pistole, ...

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Reef Immobiliare: dopo l'anticipo, nulla. E ora il fallimento

Reef Immobiliare: dopo l'anticipo, nulla. E ora il fallimento

Moreno Morello torna a occuparsi di una società immobiliare che aveva destato molti interrogativi. La Reef Immobiliare si faceva versare caparre per case e appartamenti che in molti casi non venivano poi davvero consegnati. E l'anticipo non veniva restituito al doppio del valore, come stabilisce la legge. Ora si scopre che la società originaria, che nel frattempo ha cambiato nome, è fallita. Che cosa accadrà ai clienti?

Immagini shock dal CPR di Milano: proteste, violenze e tentativi di suicidio

Immagini shock dal CPR di Milano: proteste, violenze e tentativi ...

Rajae Bezzaz torna a indagare sulle condizioni disumane all'interno di molti CPR, dove vengono trattenuti gli stranieri non in regola con i documenti. In particolare, di quello di Milano, con immagini inedite realizzate con gli smartphone all'interno della struttura di via Corelli. Immagini che, pur mostrando solo un lato della medaglia, testimoniano una realtà di estremo disagio: continue proteste, l'ennesimo incendio, episodi di autolesionismo e anche tentativi di suicidio.

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;