Napoli, l’incendio dimenticato: tre mesi dopo tutto come prima

Luca Abete è al quartiere Arenaccia dove il 23 dicembre un terribile incendio ha devastato un supermercato e danneggiato le case intorno. Tre mesi dopo, le macerie non sono state rimosse e cento famiglie sono in ansia perché temono i rischi per la salute, altre hanno dovuto abbandonare gli edifici danneggiati. C'è anche chi vive in un bar. Cosa succederà adesso?

Luca Abete è al quartiere Arenaccia dove il 23 dicembre un terribile incendio ha devastato un supermercato e danneggiato le case intorno. Tre mesi dopo, le macerie non sono state rimosse e cento famiglie sono in ansia perché temono i rischi per la salute, altre hanno dovuto abbandonare gli edifici danneggiati. C'è anche chi vive in un bar. Cosa succederà adesso?

23/03/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Mafia e cantanti neomelodici, una nota stonata della nostra terra

Mafia e cantanti neomelodici, una nota stonata della nostra terra

Luca Abete ci parla di alcuni artisti neomelodici che si associano alla criminalità organizzata, arrivando anche a inneggiare alla Camorra e ai suoi capiclan. I messaggi espliciti a sostegno della malavita trovano spazio anche sui social. L'inviato incontra un influencer che comunica concetti discutibili sulle sue pagine e quando l'inviato gli chiede spiegazioni, l'organizzazione criminale sembra non esistere più

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata

Top 10 Video

tutti i video
All’Eurovision si balla nudi e si finisce a I nuovi mostri

All’Eurovision si balla nudi e si finisce a I nuovi mostri

Matilde Brandi e Anna Pettinelli sono tra i protagonisti di questa puntata della rubrica di Striscia sulle mostruosità televisive. Il terzo posto è di Simona Ventura e Paola Perego per il loro discutibile tributo a Renzo Arbore. Il secondo gradino se lo aggiudica invece Arisa per la sua esibizione dove sembra un po' distratta e le cade addosso la scenografia. Mentre il primo posto è di una band finlandese che si dimostra una vera... scoperta

use DateTime;