A Gambolò autovelox da record: 26mila multe in un mese

Capitan Ventosa è stato chiamato nel paese in provincia di Pavia per una storia incredibile: i nuovi limiti di velocità, con macchine per controllare la velocità poco visibili hanno causato una pioggia di multe da primato. C'è chi ne ha prese tre in un solo giorno, un anziano ne ha ricevute ottanta. Ma c'è un precedente che fa sperare in un annullamento…

Capitan Ventosa è stato chiamato nel paese in provincia di Pavia per una storia incredibile: i nuovi limiti di velocità, con macchine per controllare la velocità poco visibili hanno causato una pioggia di multe da primato. C'è chi ne ha prese tre in un solo giorno, un anziano ne ha ricevute ottanta. Ma c'è un precedente che fa sperare in un annullamento…

08/05/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Novate Milanese, 17 metri a traffico limitato per entrare nei box

Novate Milanese, 17 metri a traffico limitato per entrare nei ...

Capitan Ventosa è nell'hinterland per studiare da vicino una situazione paradossale: a Novate ci sono i proprietari di alcuni box che per parcheggiare l'auto devono fare un brevissimo tratto di strada che appartiene al Comune di Milano e che fa parte dell'Area B, quella controllata con le videocamere e con diverse limitazioni per le vetture più inquinanti. Pare che il caso non sia unico, anzi, che nell'area metropolitana ce ne siano una cinquantina. Che fare?

La trappola dei giochi online con vincite (false)

La trappola dei giochi online con vincite (false)"in"denaro

Il decreto-legge del 2018 vieta la pubblicità di giochi o scommesse nei quali si vince denaro. Però sono ancora numerosi i messaggi promozionali su applicazioni che promettono veloci guadagni, per di più falsi. In alcuni viene anche usato il logo di UniCredit sulle immagini dei bonifici delle vincite, senza il consenso della banca. Capitan Ventosa raccoglie informazioni e denuncia il fatto all'AgCom, che promette interventi rapidi.

La carta d'identità è elettronica ma la foto no: perché?

La carta d'identità è elettronica ma la foto no: perché?

Capitan Ventosa cerca di risolvere una magagna che ha dell'incredibile: anche per la nuova carta d'identità elettronica, ormai in vigore da anni, molti comuni vogliono comunque avere una copia su carta della fototessera da inserire. A Torino, Verona, Firenze, perfino nella futuristica Milano non si può portare all'ufficio anagrafe una foto digitale, magari su chiavetta USB. Dicono che sia una questione di sicurezza, ma perché allora altri comuni lo fanno?

Capitan Ventosa e le magagne della metropolitana di Milano

Capitan Ventosa e le magagne della metropolitana di Milano

Dopo l'inaugurazione della metro 4 di Milano (munita di ascensori e montascale) Capitan Ventosa torna su un problema che affligge la città di Milano. Ventisei stazioni della metropolitana hanno ancora barriere architettoniche che rendono difficile e a volte impossibile l'ingresso per chi è con un passeggino o una sedia a rotelle e per tutti coloro che non possono utilizzare le scale. Dopo otto anni dall'ultimo servizio, sono diventate accessibili solo tre fermate.

Bollette intestate a tua insaputa, occhio ai dati rubati

Bollette intestate a tua insaputa, occhio ai dati rubati

Capitan Ventosa oggi si occupa di un caso particolare, perché a fare la segnalazione è lui stesso. Svestiti i panni del supereroe giallo, infatti, ha ricevuto delle bollette a lui intestate a sua insaputa, che si riferiscono a un immobile in un'altra città non di sua proprietà. Com'è possibile? Qualcuno ha utilizzato i suoi dati personali per una voltura, riuscendo così a raggirare anche la compagnia di fornitura elettrica

Ali Express e le consegne fantasma

Ali Express e le consegne fantasma

Luca Abete ci parla di shopping online e in particolare della piattaforma Ali Express. Molti clienti infatti hanno avuto dei problemi con i loro ordini, che non sono mai arrivati, ma risultano regolarmente consegnati rendendo così impossibile la richiesta di rimborso. Il problema pare sia nelle indicazioni che l'azienda dà ai suoi fattorini. Il nostro inviato chiede quindi aiuto a Capitan Ventosa per chiedere spiegazioni ad Alibaba, azienda che gestisce Ali Express e che ha sede a Milano

Lo strano caso del ponte progettato a metà

Lo strano caso del ponte progettato a metà

Capitan Ventosa si trova a San Benedetto Po (provincia di Mantova) per parlarci della curiosa situazione che riguarda due ponti limitrofi. Il primo, quello vecchio, è stato costruito negli anni Sessanta, ma chiuso ai mezzi pesanti perché giudicato poco sicuro; il secondo, quello nuovo, si ferma a metà strada, perché i 30 milioni stanziati dalla Regione coprivano la costruzione di metà struttura. Un problema che provoca non pochi disagi

Isernia e la burocrazia italiana: oltre sei mesi per cambiare nome

Isernia e la burocrazia italiana: oltre sei mesi per cambiare ...

Capitan Ventosa si trova a Isernia perché una madre esasperata dalle lungaggini burocratiche italiane ha chiesto il suo aiuto. Il figlio, infatti, nato in Polonia e ormai residente in Italia, ha voluto cambiare nome adattandolo all'italiano, ma mentre in Polonia la pratica è già stata evasa, lo stesso non è avvenuto in Italia. Dopo sei mesi di raccomandate e richieste, l'intervento di Striscia risolve il problema

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Lilli e gli orecchini di

Lilli e gli orecchini di "Otto e mezzo": che ne dice Cairo?

Striscia torna sul caso dello sfoggio di orecchini di una nota marca di gioielli (Vhernier) da parte di Gruber nel programma su La7. Per l'Ordine dei Giornalisti è normale che una giornalista indossi in onda, di continuo, monili di una stessa griffe? E per Urbano Cairo (editore di La7) è accettabile che uno spazio giornalistico diventi un atelier di moda? Già immaginiamo Massimo Giannini, Gad Lerner e Marco Travaglio ingemmati. Che spettacolo…

Top 10 Video

tutti i video
Lilli Gruber su La7 con orecchini e collane anche oltre i 40.000 euro

Lilli Gruber su La7 con orecchini e collane anche oltre i 40.000 ...

Dopo i servizi di Striscia, Lilli Gruber continua imperterrita nella sua esibizione di preziosi gioielli. Molti telespettatori si chiedono quanto costano. Ecco le risposte: per quanto riguarda gli orecchini, si va dai "Palloncino" mostrati da Gruber nella versione fucsia (4.950 euro) ai "Plateau" (5.250 euro) fino ai "Volta celeste" (31.050 euro), e ai "Verso Midi" (37.700 euro) e "Vague" (41.300 euro). Anche per le collane il listino ...

use DateTime;