Ariete e aquila laziale: siamo ai “Nuovi mostri” o allo zoo?

Il meglio del peggio della televisione in versione XL: dieci momenti tv da rivedere, dall'ennesima canzone stonata di Perego/Ventura (ma c'è anche uno straziante Massimiliano Ossini che fa a pezzi Perdere l'amore) all'ennesima folle esibizione di Wes P. a Lo show dei record. E per finire, due momenti imbarazzanti: la cantante Ariete a cui chiedono qual è il suo segno zodiacale (indovinate un po'…) e una trasmissione locale sulla Lazio in cui i conduttori finiscono a terra.

Il meglio del peggio della televisione in versione XL: dieci momenti tv da rivedere, dall'ennesima canzone stonata di Perego/Ventura (ma c'è anche uno straziante Massimiliano Ossini che fa a pezzi Perdere l'amore) all'ennesima folle esibizione di Wes P. a Lo show dei record. E per finire, due momenti imbarazzanti: la cantante Ariete a cui chiedono qual è il suo segno zodiacale (indovinate un po'…) e una trasmissione locale sulla Lazio in cui i conduttori finiscono a terra.

10/04/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Papa Francesco guarda l'ora e si aggiudica I nuovi mostri

Papa Francesco guarda l'ora e si aggiudica I nuovi mostri

Re Carlo è tra i protagonisti di questa puntata della rubrica di Striscia sulle mostruosità televisive. Il terzo posto è invece di Francesco Paolantoni nei panni di uno chef un po'pasticcione. Il secondo gradino se lo aggiudica il pretendente Fabio di Uomini e donne che pretende di avere ragione e viene sgridato da Maria De Filippi. Il primo posto è infine del Papa che assiste con entusiasmo e trasporto all'esibizione di Luciano Ligabue

All'Eurovision si balla nudi e si finisce a I nuovi mostri

All'Eurovision si balla nudi e si finisce a I nuovi mostri

Matilde Brandi e Anna Pettinelli sono tra i protagonisti di questa puntata della rubrica di Striscia sulle mostruosità televisive. Il terzo posto è di Simona Ventura e Paola Perego per il loro discutibile tributo a Renzo Arbore. Il secondo gradino se lo aggiudica invece Arisa per la sua esibizione dove sembra un po' distratta e le cade addosso la scenografia. Mentre il primo posto è di una band finlandese che si dimostra una vera... scoperta

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
La carta d'identità è elettronica ma la foto no: perché?

La carta d'identità è elettronica ma la foto no: perché?

Capitan Ventosa cerca di risolvere una magagna che ha dell'incredibile: anche per la nuova carta d'identità elettronica, ormai in vigore da anni, molti comuni vogliono comunque avere una copia su carta della fototessera da inserire. A Torino, Verona, Firenze, perfino nella futuristica Milano non si può portare all'ufficio anagrafe una foto digitale, magari su chiavetta USB. Dicono che sia una questione di sicurezza, ma perché allora altri comuni lo fanno?

Borseggi a Milano: Staffelli e gli strani incontri in metropolitana

Borseggi a Milano: Staffelli e gli strani incontri in metropolitana

Valerio Staffelli torna a occuparsi dell'emergenza borseggi: nel suo lavoro sul campo ha raccolto molte segnalazioni di stranieri, spesso turisti che sono stati derubati in metropolitana o in centro. È un furto che crea grandi problemi, perché la vittima si ritrova senza soldi, documenti e carta di credito lontano da casa. E ora, grazie alla riforma Cartabia, è anche più difficilmente perseguibile. Poi con le ragazze deterrente, salito sulla metro, fa un incontro poco piacevole con un trio ...

Top 10 Video

tutti i video
Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Alla stazione centrale di Milano vietato l’ingresso a Striscia

Una collaboratrice di Valerio Staffelli, impegnata nella realizzazione di un servizio sui borseggi alla Stazione Centrale di Milano e munita di regolare biglietto, è stata bloccata ai varchi d'ingresso ai binari dal personale di sicurezza delle Ferrovie. Di fatto è stato così impedito al tg satirico di proseguire l'inchiesta sui furti nei treni. Nel frattempo le borseggiatrici passavano tranquillamente e senza titolo di viaggio dai tornelli di uscita lì accanto

use DateTime;