“Piegamenti nudo e al freddo: al CPR mi hanno rovinato”

Rajae Bezzaz continua la sua inchiesta sui CPR (Centro di permanenza per il rimpatrio), in particolare su quello di Palazzo San Gervasio (Potenza). Incontra alcune persone che ci sono state e ne sono uscite. Raccontano di essersi sentite usate («Mi hanno detto: più stai qui dentro, più a me si gonfiano le tasche») e maltrattate: «Tutti i giorni c'erano privazioni dei diritti».

Rajae Bezzaz continua la sua inchiesta sui CPR (Centro di permanenza per il rimpatrio), in particolare su quello di Palazzo San Gervasio (Potenza). Incontra alcune persone che ci sono state e ne sono uscite. Raccontano di essersi sentite usate («Mi hanno detto: più stai qui dentro, più a me si gonfiano le tasche») e maltrattate: «Tutti i giorni c'erano privazioni dei diritti».

03/02/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Rajae incontra Vannacci: «Del mio libro cambierei solo la punteggiatura»

Rajae incontra Vannacci: «Del mio libro cambierei solo la punteggiatura»

Rajae Bezzaz è a Lucca dove Aldo Grandi, direttore della Gazzetta di Lucca, già sospeso per tre mesi dall'Ordine dei Giornalisti dopo aver augurato "un male incurabile" a Laura Boldrini, presenta tra le contestazioni il libro "Il mondo al contrario" del generale Vannacci. «Non ce l'ho con gli immigrati e con i neri - assicura lui - e non cambierei nulla di quello che ho scritto. Forse la punteggiatura».

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;