INVIATO

Antonio Casanova

Antonio Casanova nasce a Ravenna il 22 settembre 1972. Dopo un'iniziale carriera da pianista concertista, la Magia entra prepotente nella sua vita, e il fascino che ha su di lui il mondo dell'illusionismo, con la possibilità di rendere tangibili sogni e visioni, lo spinge a focalizzare tutte le energie in questo campo. In pochi anni passa da Telemontecarlo, ospite di uno dei telesalotti più seguiti di quel periodo, "Tappeto volante", condotto da Luciano Rispoli, a Canale 5, dove Maurizio Costanzo lo vuole ospite fisso di "Buona Domenica" e del suo celebre talk show in onda dal Teatro Parioli di Roma, diventando il beniamino del pubblico del piccolo schermo. Partecipa anche ad alcune trasmissioni di Raiuno, come "Amore", condotta da Raffaella Carrà, e "Scommettiamo che…?", presentata da Fabrizio Frizzi. Nel febbraio 1999 Striscia la Notizia dedica a Casanova un'intera puntata e Antonio Ricci decide di arruolarlo come "inviato magico" tra i personaggi famosi della televisione e del cinema. La capacità di intraprendere una strada dimenticata in Italia, quella della Magia, porta Casanova a essere uno sperimentatore, un vulcanico sperimentatore. Il vero successo, però, arriva nel settembre del 2006, quando il settimanale "Topolino" gli dedica un'intera storia a fumetti: "Paperinik e il Magico Eroe". Il 31 ottobre 2006, proprio nell'anniversario della morte del grande Harry Houdini, in diretta su Canale 5, in uno speciale a lui dedicato, ripreso poi da tutti i media, Casanova fa rivivere la leggendaria sfida della "tortura della pagoda cinese", proprio quella che, stando a una versione romanzata della biografia del celebre illusionista ungherese, causò la morte di Houdini la notte di Ognissanti del 1926. Antonio ne esce vivo, davanti agli occhi increduli di dieci milioni di telespettatori. È la svolta: dopo quei due minuti e venti secondi passati dentro 1.500 metri cubi d'acqua, Striscia gli riserva uno spazio tutto suo dedicato alla magia, quella vera: Antonio infatti ogni sabato stupisce l'Italia incontrando migliaia di persone per "Incantesimi di viaggio", che diventa una rubrica fissa e di successo. Inoltre, per cinque anni, è protagonista assoluto di cinque speciali, quattro dei quali trasmessi la sera di Halloween. Si inizia con l'attraversamento del quadro da dieci milioni di dollari "Movimento 1" di Kandinsky (maggio 2007), si prosegue con la sfida alla Cascata delle Marmore, quando Casanova, intrappolato in una cassaforte bloccata da lucchetti e chiavistelli, affronta i 165 metri di caduta libera del salto d'acqua più alto d’Europa (ottobre 2007), si passa alla prova del "sepolto vivo" (ottobre 2008) e de "l'appeso", quando sospeso a testa in giù a 15 metri dal suolo realizza il world record, infrangendo quello di Houdini (ottobre 2010), per terminare con "l'uomo incendiato", quando il mago prende fuoco, grazie a una misteriosa combustione spontanea, e svanisce avvolto da fiamme su tutto il corpo (ottobre 2012).
Divenuto l'idolo di bambini, ragazzini e famiglie, nella stagione teatrale 2010-2011 Casanova trova anche il tempo di vestire i panni del Cappellaio Matto (con momenti canori e suggestive prove di illusione) nel musical "Alice nel Paese delle Meraviglie", che lo vede impegnato sui palcoscenici di tutta Italia con ben 70 repliche. Comincia nel frattempo una nuova attività parallela, quella di scrittore: la serie "L'illusionista", pubblicata nella collana "Il Battello a Vapore" edita da Piemme, comprendente quattro volumi, ha grande successo e viene tradotta e venduta in ben otto Paesi del mondo, Cina compresa.
Dal novembre 2011 il suo ruolo a Striscia cambia: Casanova diventa il "Vendicatore oscuro", che, grazie ai mezzi illusionistici e agli accorgimenti messi a punto nei tanti anni di carriera, denuncia situazioni inverosimili del malcostume italico.
Nella stagione 2012-2013 del Tg satirico nella mani dell’instancabile mago, insieme al cappello volante, compare una bacchetta magica di ferro, che, annodata magicamente di fronte agli occhi del destinatario, si scioglierà solo nel momento il cui il problema individuato sarà risolto.
Antonio, nel frattempo, non dimentica i ragazzi, cui dedica una nuova avventura editoriale con una serie intitolata "La compagnia del mistero" e uno spettacolo scritto con Lorenzo Beccati e prodotto dal Teatro Sistina di Roma, "Il grande segreto di Houdini", replicato con successo anche al Teatro Nazionale di Milano.
Dopo l'esordio come conduttore dello show "Magicland", in onda su Italia 1 per nove puntate, Casanova è ora pronto per la stagione 2013-2014 di Striscia la Notizia, quella "dell'Irruenza", come "Cavaliere nero" al servizio dei più bisognosi, pronto a difenderli con l'arma potente della Magia e dell'Illusione.
Per chiamarlo e chiedere il suo intervento? Basta pensare fortemente a lui e la telepatia farà il resto! Oppure, segnalare direttamente al Gabibbo la richiesta di una magia…

E Antonio Casanova comparirà lì, dove c'è bisogno di lui. Siatene certi!

 

 

I servizi