News

Anteprima Striscia, Luca Abete e il mercato nero del seme: «15mila euro a gravidanza, ma se ti prostituisci ti costa la metà»

Anteprima Striscia, Luca Abete e il mercato nero del seme: «15mila euro a gravidanza, ma se ti prostituisci ti costa la metà»

Anteprima Striscia, Luca Abete e il mercato nero del seme: «15mila euro a gravidanza, ma se ti prostituisci ti costa la metà»

Mercato nero del seme e gravidanze promesse in cambio di denaro: questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20:35) Luca Abete indaga a Napoli su una pratica illegale che fa leva sulla volontà di avere figli da parte di donne single e coppie omosessuali.

Il modus operandi più diffuso, come documentato dalle telecamere di Striscia, prevede l’atto sessuale in totale anonimato. «Perché sono sposato», rivela un uomo. Come anonime devono essere le analisi che, giustamente, molte donne chiedono prima di avere il rapporto con uno sconosciuto. «Ma è una pratica criminale – spiega Cristofaro De Stefano, direttore di Fisiopatologia della riproduzione dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino – perché espone le pazienti e i nascituri ipotetici a rischi sanitari gravi, come quelli legati alle malattie infettive e genetiche».

E non finisce qui. Abete, con l’aiuto di un gancio, si imbatte in un vero e proprio mercenario della gravidanza: «Quest’uomo promette di ingravidare al primo colpo e in cambio chiede “almeno 15mila euro in contanti”», riporta l’inviato di Striscia. E se la donna volesse spendere meno?  «Nessun problema: chi accetta di fare degli incontri a pagamento con altri uomini, in pratica si prostituisce, paga la metà dei 15mila euro previsti per la gravidanza», conclude Abete.

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Ali Express e le consegne fantasma

Ali Express e le consegne fantasma

Luca Abete ci parla di shopping online e in particolare della piattaforma Ali Express. Molti clienti infatti hanno avuto dei problemi con i loro ordini, che non sono mai arrivati, ma risultano regolarmente consegnati rendendo così impossibile la richiesta di rimborso. Il problema pare sia nelle indicazioni che l'azienda dà ai suoi fattorini. Il nostro inviato chiede quindi aiuto a Capitan Ventosa per chiedere spiegazioni ad Alibaba, azienda che gestisce Ali Express e che ha sede a Milano

Punzo, il finto ortopedico che prescrive cure

Punzo, il finto ortopedico che prescrive cure

Luca Abete si occupa dell'assurdo caso del dottor Punzo, un autoproclamatosi medico ortopedico (ma anche fisiatra e fisioterapista) che esegue visite e prescrive terapie farmacologiche senza averne i requisiti. L'uomo, infatti, non è iscritto in nessun albo ed è riuscito a ingannare sia il negozio di articoli otopedici presso il quale svolgeva le visite, sia un giornalista al quale ha rilasciato un'intervista sulla riabilitazione dell'ex calciatore del Napoli Milik