News

Brumotti e la troupe di Striscia aggrediti in stazione a Monza

Brumotti e la troupe di Striscia aggrediti in stazione a Monza

Brumotti e la troupe di Striscia aggrediti in stazione a Monza

Ancora insulti e lanci di bottiglie contro l’inviato di Striscia: questa volta è accaduto nella stazione di Monza dove Brumotti si trovava con la sua troupe per documentare la situazione dello spaccio.

Nel tardo pomeriggio di venerdì scorso, Brumotti si è recato con la sua bicicletta nei pressi della stazione dei treni di Monza, luogo di spaccio, ma anche vetrina di rapine e aggressioni.

Dopo aver girato all’interno della stazione ferroviaria, l’inviato si è recato all’esterno dove bivaccavano numerosi stranieri.

Quando l’inviato si è trovato a filmare nei pressi dei giardini antistanti Corso Milano hanno iniziato a piovere insulti e bottiglie di vetro. Durante il servizio Brumotti è stato avvicinato da un giovane che orgoglioso ha mostrato come fuma marijuana e ha ripreso tutto con il cellulare per postarlo sui social network. Il ragazzo, dopo aver pubblicato il video contro l’inviato di Striscia, ha minacciato su Instagram: “Acido al prossimo giro“.

La troupe – secondo quanto riferito dai Vigili – è stata circondata da almeno una trentina di giovani stranieri.

La situazione si è risolta solamente grazie all’intervento dell’esercito che lì ha un presidio fisso, coadiuvate da alcune pattuglie della Questura.

L’intero servizio andrà in onda questa sera a Striscia la notizia, alle ore 20:35 su Canale 5.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Nettuno, nessuna traccia della piscina e del teatro

Nettuno, nessuna traccia della piscina e del teatro

Vittorio Brumotti in provincia di Roma ci conduce all'interno di quella che sarebbe dovuta diventare una piscina e poi in un teatro comunale mai realizzato: due strutture finanziate con denaro pubblico. I lavori per la prima sono partiti circa 20 anni fa, ma sono stati interrotti per un contenzioso tra la ditta e il Comune. Mentre la nascita del secondo risale a 15 anni fa: per costruirlo la Regione ha stanziato 4 milioni, cui si aggiungono i 400 mila di un privato

Le ragazze mute per finta e la falsa associazione di disabili

Le ragazze mute per finta e la falsa associazione di disabili

Vittorio Brumotti non può stare tranquillo neppure mentre si trova a Senigallia per una manifestazione. Incrocia un gruppo di cinque ragazze che, mostrando una cartelletta con il logo di un'associazione fittizia di disabili, avvicinano la gente. Lo scopo è estorcere soldi: queste donne, che sfruttano la sensibilità di alcune persone sull'argomento, gesticolano come se fossero mute ma l'inviato scopre voci e linguaggi inaspettati…

Ad Albisola Superiore una

Ad Albisola Superiore una "piscina" colma di sprechi

Vittorio Brumotti in sella alla sua bicicletta ci mostra la struttura incompiuta di Albisola Superiore nel Savonese che sarebbe dovuta diventare una piscina comunale e che invece per ora è soprattutto un deposito di materiale edile. La realizzazione si è fermata per motivi tecnici e il tetto non ha passato i collaudi. Di sicuro per gli abitanti si tratta di un "ecoschifo", per il quale il Comune deve pagare un mucchio di denaro

Brumotti derubato mentre libera i parcheggi per disabili

Brumotti derubato mentre libera i parcheggi per disabili

L'inviato alle prese con il popolo dei "solo 5 minuti": molti di coloro che parcheggiano scorrettamente negli stalli per disabili si giustificano dicendo di voler sostare per poco tempo. C'è chi accetta le parole di Brumotti e chi invece ha reazioni scomposte. Alla fine l'autore di tante inchieste per Striscia torna al parcheggio de La Rinascente e trova la brutta sorpresa: van scassinato e computer, telecamere e bici trafugati