News

Marsala, nessuna traccia del padiglione Covid: nuovo rinvio

Non è stata mantenuta la promessa fatta da Tuccio D’Urso, capo per il potenziamento della rete ospedaliera in Sicilia, alle telecamere di Striscia la Notizia sul Padiglione Covid di Marsala (Trapani). Ad oggi, infatti, la struttura è ancora incompleta.

Il tg Satirico di Antonio Ricci, grazie all’intervento dell’inviata Stefania Petyx e il suo bassotto, aveva documentato come il padiglione delle malattie infettive dell’Ospedale Paolo Borsellino di Marsala, ideato come struttura emergenziale durante le prime ondate pandemiche, era stato presentato ai giornali e alla popolazione nel lontano dicembre del 2020, con una vera e propria sfilata di politici pronti a promettere una costruzione in tempi brevi per far fronte alle infezioni da Covid.

L’idea di base era di costruire un luogo che potesse contenere circa 100 posti letto, disposti su tre piani, con un investimento di 19 milioni di euro. Il tempo man mano è passato, la struttura non è stata costruita e il tutto è stato ridimensionato dalla stessa Regione Sicilia. Come riportato da Tp24, al momento, si parla della possibilità di poter costruire solo un piano e con soli sedici posti letto, per un investimento totale di sei milioni di euro.
Ai microfoni di Striscia, Tuccio D’urso, nell’aprile 2022 aveva promesso di: “Completare in 90 giorni la prima elevazione del Padiglione che sarà operativo, lo consegniamo all’Asp arredato e corredato. I lavori sono in pienissima attività.”


I 90 giorni sono passati e invece del primo piano del Padiglione Covid di Marsala è arrivato l’ennesimo rinvio.