News

Viadotto “Sente-Longo”. Dopo anni di inattività partiranno i lavori. I servizi di Striscia 

Viadotto “Sente-Longo”. Dopo anni di inattività partiranno i lavori. I servizi di Striscia 

Viadotto “Sente-Longo”. Dopo anni di inattività partiranno i lavori. I servizi di Striscia 

Dopo circa 6 anni di inattività, il presidente della Provincia di Isernia Daniele Saia annuncia la partenza dei lavori per la messa in sicurezza del viadotto “Sente-Longo” di Belmonte del Sannio. I servizi di Striscia.

A breve partiranno i lavori per la messa in sicurezza del viadotto “Sente-Longo” di Belmonte del Sannio, in provincia di Isernia. Un ponte che collega l’Abruzzo e il Molise chiuso da circa 6 anni. É quanto annunciato dal presidente della Provincia di Isernia e sindaco di Agnone, Daniele Saia. Il cantiere dovrebbe aprire a luglio 2024 permettendo così la messa in sicurezza dell’anello di congiunzione tra i paesi dell’alto Molise e del vicino Abruzzo. Del caso si è occupata anche Striscia la notizia. Nel servizio del 15 gennaio 2019 Pinuccio si è infatti recato in provincia di Isernia per documentare la situazione in cui vivono una ventina di comuni tra le due regioni. A causa del cedimento di un pilone i cittadini sono costretti da anni a utilizzare una strada alternativa. Questa “mulattiera” è però situata su una frana storica, quindi il nuovo percorso risulta forse più pericoloso del ponte stesso.  

Ponte di Sente. Tra problemi e rimpalli arrivano i fondi per la messa in sicurezza 

Nel servizio dell’8 giugno 2024, Pinuccio è tornato a Belmonte del Sannio per aggiornarci sulla vicenda. In quell’occasione ha infatti scoperto che esisteva già una convenzione “tricefala” tra il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Provincia di Isernia e l’Anas. La convenzione prevedeva l’impiego immediato di 9 milioni di euro per mettere in sicurezza l’intera struttura. 

Dopo diversi problemi e rimpalli burocratici documentati anche dalle telecamere del tg satirico l’inizio dei cantieri sembrerebbe dunque all’orizzonte. E secondo quanto dichiarato i lavori dovrebbero durare circa un anno.

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Il ponte tra Abruzzo e Molise chiuso da un lustro

Il ponte tra Abruzzo e Molise chiuso da un lustro

Pinuccio ci porta al confine tra Molise e Abruzzo, a Belmonte del Sannio, dove il ponte non è più stato aperto: nel 2019 ci aveva raccontato che gli abitanti, per il cedimento di un pilone, erano costretti a fare un complicato giro tra le montagne su una specie di "mulattiera". L'infrastruttura, tra le più alte d'Europa, collega una ventina di comuni ma è chiusa da 5 anni per il pericolo crollo. Ora, dopo la firma di una convenzione, c'è qualche parvenza di cantiere?

Campobasso, la metro leggera dal costo pesante non parte

Campobasso, la metro leggera dal costo pesante non parte

Per coprire con una metropolitana leggera i 41 chilometri tra Matrice e Bojano sono state costruite ex novo tre stazioni, oltre a quelle restaurate. Ma nonostante la spesa di oltre 22 milioni di euro tutto è fermo, come ci racconta Pinuccio, anche perché nel piano di spesa non sono stati previsti i treni. Inoltre il tracciato insiste sulla tratta Campobasso-Termoli, che di fatto è chiusa. Perché? Serviva un bacino di soli 5 passeggeri al giorno per una spesa annua di 2 milioni di euro

Sos bambini, in 500 senza il pediatra ad Agnone in Molise

Sos bambini, in 500 senza il pediatra ad Agnone in Molise

Cinquecento bambini non hanno il pediatra di base e i genitori sono costretti a ricorrere agli specialisti privati o a percorrere 40-50 chilometri per andare in ospedale a Isernia. Tra le testimonianze raccolte nel paese molisano, quella di un papà che ha un figlio che soffre di convulsioni febbrili: nell'incertezza di sapere se il bimbo avesse il Covid o meno, si è messo in viaggio con la famiglia sotto la neve, tra problemi alla macchina e ansia per le condizioni del bimbo, poi curato a...

Per salvare le Torri di Varano servirebbe un bonus Federico II

Per salvare le Torri di Varano servirebbe un bonus Federico II

La torre grande e quella piccola di Ischitella nel Foggiano sono tra le più antiche di tutto il Gargano. Parti di questi monumenti sono crollate, il restauro è complicato dal fatto che la proprietà è pubblico-privata. Ci vorrebbe un bonus Federico II dice Pinuccio, che grazie alle testimonianze ci racconta di una petizione per salvare le torri. Per ora però la struttura pericolante della piccola è stata solo recintata. L'inviato si rivolge così a Comune, Sovrintendenza, Ministero…

Cerignola, novità per il canale che bolle tra scarichi abusivi

Cerignola, novità per il canale che bolle tra scarichi abusivi

Pinuccio ci ha fatto conoscere il canale Lagrimaro di Foggia, ostruito da rifiuti, tra acqua che bolliva e scarichi abusivi. Ci sono novità? Sì, sarebbero stati stanziati 4 milioni di euro dalla Regione per la bonifica. Sarano creati una vasca di laminazione e un tombino, per togliere il liquame e rintracciare gli abusi ambientali. Il Procuratore capo di Foggia disse che era già stato individuato uno scarico illegale. Una volta ripulito il corso d'acqua, le indagini proseguiranno…

Festival di Sanremo, i

Festival di Sanremo, i "Conti" non tornano

La rubrica "Rai Scoglio 24" parla del Festival di Sanremo: è stato infatti ufficializzato il nome di Carlo Conti come direttore artistico e conduttore della kermesse per il 2025 e anche per il 2026. Secondo Pinuccio i "conti" però non tornano. L'inviato del tg satirico ha scoperto infatti che la convenzione scade tra un anno e si chiede quindi come abbia fatto la Rai a contrattualizzare l'anchorman per due anni, pagandolo tra l'altro con i nostri soldi

Basilicata, gli espropri mai avvenuti e la diga da abbattere

Basilicata, gli espropri mai avvenuti e la diga da abbattere

Pinuccio racconta una storia paradossale riguardante terreni privati mai espropriati, su cui sono state costruite la diga Camastra e opere accessorie, la sentenza che dispone il loro abbattimento, il ripristino dello stato dei luoghi e un risarcimento ai proprietari, che però l'ente condannato è impossibilitato a pagare. Tuttavia, l'Agenzia delle Entrate chiede ai proprietari il 3% della somma che non hanno ancora ricevuto

Rai, caos televoto e caso Travolta agitano la Vigilanza

Rai, caos televoto e caso Travolta agitano la Vigilanza

Pinuccio nonostante lo sciopero (quello dei pullman, non quello dei giornalisti) arriva a Palazzo San Macuto, dove si riunisce la vigilanza Rai. Sui 7 milioni presunti di televoti non conteggiati a Sanremo servirà un supplemento d'indagine con Tim, seppur tardivo. E sullo "spot" delle scarpe? Per l'ad Roberto Sergio l'attore americano ha compiuto una violazione. E Amadeus? Non ha pronunciato la frase che è lo spot della marca?