Caffè (politicamente) corretto: nuovi nomi per vecchi prodotti

Rajae Bezzaz indaga sui cambiamenti di marchi e nomi commerciali di diversi prodotti nati in epoche in cui non ci si preoccupava di sembrare (e talvolta essere) un po' razzisti. Ora però si giunge all'assurdo: un cognome come Negro può diventare controverso, per non parlare del popolare cocktail che da sempre si chiama Negroni.

Rajae Bezzaz indaga sui cambiamenti di marchi e nomi commerciali di diversi prodotti nati in epoche in cui non ci si preoccupava di sembrare (e talvolta essere) un po' razzisti. Ora però si giunge all'assurdo: un cognome come Negro può diventare controverso, per non parlare del popolare cocktail che da sempre si chiama Negroni.

27/03/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Cinisello Balsamo.Perchè nessuno interviene per aiutare Carmen vittima di stalking?

Cinisello Balsamo.Perchè nessuno interviene per aiutare Carmen ...

Rajae Bezzaz torna a occuparsi di questa donna che, dopo svariati tentativi di denunce andate a vuoto, ha chiesto aiuto a Striscia la notizia per proteggere sé stessa e i figli da un persecutore (finora) impunito, che abita di fronte a lei. L'inviata incontra Ida, la sorella del molestatore, che esprime solidarietà per Carmen e che racconta che il fratello, a causa del suo comportamento, cinque anni fa è stato allontanato con codice rosso dalla moglie e dal figlio

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Bar dell'Agenzie Entrate senza scontrini: il paese dell'assurdo

Bar dell'Agenzie Entrate senza scontrini: il paese dell'assurdo

Enrico Lucci intercetta politici di tutti gli schieramenti per chiedere il loro parere sul caso scoperto da Jimmy Ghione: il barista all'interno dell'ufficio Roma 6 dell'Agenzia delle Entrate non faceva gli scontrini. E non solo: quando l'inviato è andato a chiedergli perché, non ha trovato niente di meglio che spintonare Jimmy e il cameraman e minacciarli. I politici dicono che si informeranno meglio e interverranno. Vedremo.

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;