Che vita è senza musica social? Pace tra Mogol e Zuckerberg!

"Proteste all'italiana", il nuovo mini-film dei Sansoni, racconta il malcontento popolare per il mancato accordo tra la Siae e Meta, la società che gestisce Facebook e Instagram, che potrebbe impedire alla musica italiana di essere utilizzata sulle piattaforme. Per riaverla, c'è chi è disposto a fare lo sciopero della fame, ma solo sui social.

"Proteste all'italiana", il nuovo mini-film dei Sansoni, racconta il malcontento popolare per il mancato accordo tra la Siae e Meta, la società che gestisce Facebook e Instagram, che potrebbe impedire alla musica italiana di essere utilizzata sulle piattaforme. Per riaverla, c'è chi è disposto a fare lo sciopero della fame, ma solo sui social.

24/03/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Capodanno da incubo con la domanda più temuta: che fai l'ultimo dell'anno?

Capodanno da incubo con la domanda più temuta: che fai l'ultimo ...

I Sansoni si trasformano in detective per indagare su alcuni casi di strane e improvvise scomparse nei giorni prima di Capodanno. Pare che le persone che non si fanno più né vedere né sentire siano in aumento, e che la colpa sia dei gruppi WhatsApp sui programmi per San Silvestro. Rapimenti e sparizioni che scattano quando si pronuncia la fatidica frase: "Che facciamo a Capodanno?" Cosa sta succedendo? Chi sarà il colpevole?

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Strage all'Agenzia delle Entrate? La denuncia del dipendente a Jimmy Ghione

Strage all'Agenzia delle Entrate? La denuncia del dipendente ...

«Dovreste ringraziarmi che mi sono messo in mezzo, ho evitato una strage». È così che un dipendente (da oltre 40 anni) dell'Agenzia delle Entrate di Roma 6 (Eur Torrino) parla del barista-aggressore che aveva minacciato di "prendere un coltello e ammazzare" Jimmy Ghione e il suo cameraman. L'inviato è tornato sul luogo del misfatto per vendere (per finta) caffè "nero" e stampare fotocopie in bianco e "nero" ai dipendenti in entrata.

Il (non) conflitto di interessi di Monica Maggioni direttrice Tg1

Il (non) conflitto di interessi di Monica Maggioni direttrice ...

Pinuccio di "Rai Scoglio 24" torna a indagare su un possibile conflitto di interessi in cui sarebbe coinvolta la giornalista Monica Maggioni, attualmente alla direzione del Tg1. Secondo un'interrogazione in Vigilanza Rai, quattro società di produzione video riconducibili a Monica Maggioni hanno collaborato con la tv di Stato fornendo documentari andati in onda proprio negli spazi giornalistici di cui lei era responsabile. Ma per Viale Mazzini è tutto normalissimo.

Top 10 Video

tutti i video
Gli scivoloni del ministro Gennaro Sangiuliano da Times Square al Premio Strega

Gli scivoloni del ministro Gennaro Sangiuliano da Times Square ...

"Ho ascoltato le storie espresse nei libri finalisti e sono tutte storie che ti prendono e che ti fanno riflettere. Proverò a leggerli". Così parlò il ministro Gennaro Sangiuliano, giurato al Premio Strega nel luglio scorso. La conduttrice Geppi Cucciari colse al balzo la dichiarazione ribattendo: "Ah, non li ha letti? Proverà quindi ad andare oltre la copertina…". Rivediamo lo scambio in un video che contiene anche l'uscita su una famosa piazza"di"New"York...

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Ottocento aspiranti poliziotti superarono la prima prova scritta di un concorso a gennaio 2020 e poi vennero dimenticati. Non c'è stato scorrimento di quella graduatoria ma di quelle più recenti uscite da altre due selezioni, con candidati che hanno preso voti inferiori alla più severa soglia del 2020. Alcuni di coloro che ancora aspettano fra un po' raggiungeranno il limite di età e si sentono beffati. Chiara Squaglia ha chiesto spiegazioni alla Polizia e al ministero dell'Interno

use DateTime;