News

Il mistero dell’anno è giunto finalmente a una soluzione. Mark Caltagirone non esiste.

Il sospetto è pian piano diventato una certezza da quando Dagospia ha iniziato a indagare sulla questione, ma si è ingigantito nei salotti televisivi, tra interviste e uscite plateali di Pamela Prati che insisteva nel voler convincere tutti della veridicità delle sue parole e dei suoi sentimenti.

Ora, però, anche la sua manager confessa: «Non ho mai incontrato Mark Caltagirone, l’ho visto solo in un video di pochi secondi in cui lui è in auto con la mia socia Pamela Perricciolo. La voce di quell’uomo è diversa da quella della telefonata avvenuta nel programma ‘Live’. A questo punto credo non esista». Questa l’ammissione che andrà in onda mercoledì sera durante il programma di Barbara d’Urso.

Eliana Michelazzo, però, non sembra intenzionata ad ammettere di essere l’ideatrice del gossip e la manipolatrice di tutta la vicenda, anzi: «Io sono stata la prima vittima di questo sistema. Da 10 anni ho un fidanzato fantasma, Simone Coppi, solo ora ho aperto gli occhi: mi mandava foto, messaggi, un anello, mi sono tatuata il suo nome. Adesso, ascoltando le storie delle altre vittime, ho capito la verità: non esiste. Preferirei non sapere chi si nasconde dietro quelle false identità…».

Tutto questo prima di sostenere di avere paura e di aver bisogno di un periodo di isolamento. E qui il colpo di genio: «Non voglio avete contatti con nessuno, dovrei andare all’estero o in un posto isolato dal mondo come un convento o la casa di Grande Fratello».

Da Mediaset rassicurano che la manager non entrerà nella Casa. Ma siamo certi che la vicenda andrà avanti.

In fondo Eliana non è nuova ai coup de théâtre, come ricorderà il pubblico di Uomini e donne. Guardate come aveva scatenato l’ira di Tina Cipollari qualche anno fa.