News

L'incredibile errore del Tg2 sul voto in Senato: "Salvini non ha andrà a processo"

Una gaffe di quelle che difficilmente si dimenticano, quella della giornalista del Tg 2 che ieri, durante un collegamento in diretta dal Senato ha annunciato la non autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini.

"È proprio di ora il risultato, non è passata l'autorizzazione a procedere..." è stato l'incipit della cronista Maria Antonietta Spadorcia

"Sembrava un voto scontato - prosegue - visto anche il sì di Italia Viva. E invece no, ci sono stati 141 voti favorevoli ma 149 no. Quindi Salvini non andrà a processo. Questo è davvero un colpo di scena perche tutta la maggioranza era compatta per dire che non c'era interesse generale". "Ma il centrodestra compatto ha detto no: Salvini ha fatto l'interesse generale".



Perché la giornalista del Tg 2 ha comunicato un esito sbagliato

La giornalista si trovava nella sala dei Postergali, solitamente usata per le dirette. Stanza nella quale, però, non ci sono agenzie, né computer o schermi dai quali seguire i lavori in Aula. Per questo l'ipotesi più probabile è che le sia stato comunicato un esito sbagliato del voto dalla persona con cui parlava al telefono prima che le dessero la linea.
 

Le scuse della direzione del Tg 2

La gaffe è diventata subito virale sui social e la direzione del Tg 2 è subito corsa ai ripari: "Nell'edizione del Tg2 delle 18.15, subito dopo l'annuncio della presidente del Senato Casellati del risultato della votazione sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, durante un collegamento abbiamo erroneamente detto che con il voto l'autorizzazione a procedere non sarebbe stata concessa, mentre il Senato ha autorizzato il processo al senatore Salvini - si legge in una nota - È stato un grave errore di interpretazione del risultato, che abbiamo corretto qualche minuto dopo con un vivo del conduttore. Ci scusiamo comunque - conclude la direzione del Tg2 - per aver indotto in errore i nostri ascoltatori".