News

La troupe di Moreno Morello aggredita e sequestrata da Roberto Riccio

La troupe di Moreno Morello aggredita e sequestrata da Roberto Riccio

La troupe di Moreno Morello aggredita e sequestrata da Roberto Riccio

Roberto Riccio non ha preso bene la visita di Moreno Morello alla sua mostra. Il nostro inviato era andato a far visita al sedicente artista per un servizio dell’imminente nuova stagione di Striscia la notizia, ma gli animi si sono presto scaldati.

Il “benefattore seriale”, come potete vedere nel video, ha usato violenza contro la nostra troupe, prima tirando un calcio a un uomo del nostro staff e poi rinchiudendo il nostro inviato all’interno di Villa Marchitto, a Puglianello, dove si stava tenendo la serata di chiusura della sua esposizione, «Woman protect your heart».
 
«Con un calcio nelle palle ha mandato in ospedale uno dei nostri mentre io venivo tenuto bloccato all’interno dei locali della sua mostra», racconta Moreno Morello.
 
Sul posto sono intervenuti il 118 e la Polizia del Commissariato di Telese Terme.
 
«Il nostro collaboratore ha rimediato (per ora) otto giorni di prognosi», prosegue il nostro inviato.
 
Nel filmato qui sotto potete vedere il calcio sferrato da Riccio, mentre si sente la voce di Morello che invoca il sequestro di persona.

Striscia ha dedicato numerosi servizi al “benefattore seriale” Roberto Riccio in quanto è emerso tra le tante cose che: la sua associazione non era una ONLUS come prospettato ai benefattori; Riccio non era un architetto come era solito firmarsi o presentarsi; la sua associazione ha contribuito solo parzialmente al finanziamento dell’ospedale di Morogoro in Tanzania, dove non hai mai lavorato alcun volontario di ArtsxWorld. Riccio si è allontanato dalla struttura ancora incompiuta spacciandola invece per funzionante ai benefattori e definendola “il mio ospedale Jua Africa”.

Nel servizio qui sotto, ripercorriamo un’altra delle sue iniziative.

Redazione web Striscia la notizia

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
2000 euro di cauzione, ma dei lavori con l'ecobonus non c'è ancora traccia

2000 euro di cauzione, ma dei lavori con l'ecobonus non c'è ...

Moreno Morello torna a parlarci del superbonus 110%. Pare infatti che un'azienda di Rimini, La Ngc, chiedesse una cauzione di 2000 euro ai cittadini che volevano aderire all'ecobonus affidandosi a dei professionisti per la parte amministrativa e quella edilizia (cauzione che poi doveva essere restituita). Peccato che ad essersi affidati alla Ngc siano stati in molti e che sia passato parecchio tempo senza alcun avvio dei lavori nella maggior parte dei casi

Finti integratori online, come aggirano la legge italiana

Finti integratori online, come aggirano la legge italiana

Moreno Morello torna con una nuova puntata di "Malattie aberranti" per aiutarci a capire come funziona il sistema legato alla vendita online di integratori "miracolosi" per qualsiasi patologia. Attraverso un vero e proprio labirinto di siti internet che vengono riempiti di informazioni commerciali, anche millantando efficacia inesistente e rubando l'immagine di personaggi famosi. Il problema è che cliccando per acquistare i loro prodotti si viene indirizzati su altri ...

Mutui instant, il nuovo (?) corso della Reef S.p.A.

Mutui instant, il nuovo (?) corso della Reef S.p.A.

Moreno Morello torna a parlare della società immobiliare che rivendeva le case sottocosto anche a rate senza mutui e interessi. La Reef annuncia la svolta di diventare instant: no compromessi o attesa, si va direttamente al rogito. Ma i vecchi clienti che sono ancora in attesa di un accordo risolutivo e della restituzione dei loro risparmi? La società dice di voler trovare una soluzione entro giugno 2023. Ma saranno al sicuro questi soldi nelle loro casse?

Pubblicità ingannevoli e marketing online: anche Bassetti nella rete

Pubblicità ingannevoli e marketing online: anche Bassetti nella ...

Torna la rubrica "Malattie aberranti" di Moreno Morello, dove i protagonisti sono gli sciacalli del marketing online che sfruttano impropriamente l'immagine di personaggi famosi per vendere presunti prodotti curativi e miracolosi. Dopo Fedez e Vanessa Incontrada, questa volta a essere stato usato a sua insaputa è la star dei virologi Matteo Bassetti - testimonial di una lunga serie di prodotti naturali (antiparassitari, antifungini, antidolorifici, cardiotonici, ecc.), tra cui Reduslim, ...