ULTIMI VIDEO

News

Le rettifiche tarocche de "Il Giorno"

Perché di fronte a un errore evidente è stata pubblicata solo una parte della nostra risposta?

Ieri, l’ufficio stampa di Striscia la notizia ha mandato al quotidiano Il Giorno una precisazione relativa a un articolo sul divorzio Lario-Berlusconi. Oggi, il giornale ha pubblicato la rettifica ma ne ha omesso una parte significativa. Ecco il testo che è stato pubblicato: «Contrariamente a quanto scritto nell’articolo dal titolo “L’eterna guerra dei Berlusconi: Veronica fa ricorso contro Silvio”, la lettera di Veronica Lario all’Ansa (28 aprile 2009) non citava in nessun modo le Veline, le quali non sono mai state coinvolte in scandali e non hanno mai tentato la strada della politica». 
Ed ecco la parte che hanno omesso: «Forse l’autore del pezzo si è confuso con l’interpretazione data dal quotidiano la Repubblica, che, per alimentare una già feroce macchina del fango contro Striscia la notizia, utilizzò il termine “Veline” nella titolazione dell’articolo del vice direttore Dario Cresto-Dina sulla rottura fra Veronica Lario e Silvio Berlusconi».
Come mai questa decisione? Forse perché cane non morde cane (e giornalista non morde giornalista)?