News

Migranti, Aboubakar Soumahoro si autosospende dal gruppo Alleanza Verdi Sinistra

Migranti, Aboubakar Soumahoro si autosospende dal gruppo Alleanza Verdi Sinistra

Migranti, Aboubakar Soumahoro si autosospende dal gruppo Alleanza Verdi Sinistra

Aboubakar Soumahoro si è autosospeso dal gruppo parlamentare di Alleanza Verdi Sinistra. Ad annunciarlo sono Angelo Bonelli, Nicola Fratoianni e Luana Zanella, che sottolineano come al decisione del neodeputato sia arrivata “con la massima libertà”.

“Rispettiamo questa scelta che, seppur non dovuta, mostra il massimo rispetto che Aboubakar Soumahoro ha delle istituzioni e del valore dell’impegno politico per promuovere le ragioni delle battaglie in difesa degli ultimi che abbiamo sempre condiviso con Aboubakar”, si legge ancora nella nota rilasciata all’Ansa a pochi giorni dallo scandalo delle cooperative sociali, gestite dalla moglie e dalla suocera di Soumahoro, coinvolte nell’inchiesta per stipendi non pagati, maltrattamenti, lavoro nero e fatture false.

Non solo, però, perché a lasciare interdetti sono anche le rivelazioni che due ex soci di Aboubakar hanno fatto a Pinuccio.

«Durante la pandemia con la Lega Braccianti abbiamo raccolto circa 250mila euro di fondi per procurare cibo a chi ne aveva bisogno nei ghetti», riferisce Soumalia Sambare, con cui Soumahoro aveva fondato l’ente a tutela dello sfruttamento delle maestranze che lavoravano nei campi. «Circa 60-70mila sono stati effettivamente spesi, ma quando abbiamo chiesto ad Aboubakar i resoconti delle rimanenze siamo stati fatti fuori». Che fine hanno fatto gli altri soldi? Per il momento sembra impossibile saperlo.

Inoltre, Sambare aveva rivolto un appello dai microfoni di Striscia: «I famosi stivali che Aboubakar ha indossato in Parlamento glieli ho comprati io. Lui adesso è un signore: me li può restituire? A me sì che servono per andare a lavorare».

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Caso Soumahoro, i dubbi sulle raccolte fondi per la

Caso Soumahoro, i dubbi sulle raccolte fondi per la "Casa dei ...

Continua l'inchiesta di Pinuccio sulle raccolte fondi lanciate dalla Lega Braccianti di Aboubakar Soumahoro. Il nostro inviato si concentra questa volta su quelle organizzate dall'ex deputato direttamente dal suo account Facebook. Alcuni dovrebbero essere stati utilizzati per la costruzione della "Casa dei diritti" del ghetto di Rignano, inaugurata a gennaio 2022 alla presenza del conduttore Flavio Insinna. Immobile che però da gennaio a oggi è rimasto chiuso

Caso Soumahoro, le raccolte fondi online e il mistero della salma

Caso Soumahoro, le raccolte fondi online e il mistero della salma

Pinuccio indaga sulle raccolte fondi lanciate online dalla Lega Braccianti di Soumahoro con lo scopo dichiarato di aiutare chi vive nei ghetti. Sulla piattaforma di raccolta fondi GoFundMe si trovano tre campagne dell'associazione di Sumahoro: una per l'acquisto di cibo durante la pandemia, una per i regali di Natale ai bambini del Ghetto (dove non ci sono bambini) e la terza per organizzare uno sciopero. In tutto, sono stati raccolti così 280.000 euro. Peccato che i conti non tornino

Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della Caritas di San Severo

Aboubakar Soumahoro, l'intervista esclusiva al direttore della ...

Pinuccio torna sul caso di Aboubakar Soumahoro, autosospesosi da deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, con la prima e unica intervista televisiva a don Andrea Pupilla, direttore della Caritas Diocesana di San Severo. Soumahoro in passato aveva raccolto 16mila euro per fare dei regali ai bambini del ghetto di San Severo, annunciando con gran risalto l'iniziativa vestito da Babbo Natale in un video. Peccato che, come rivela don Andrea Pupilla, «nel ghetto di Torretta Antonacci bambini non ...