News

Violenza sulle donne: due pesi e due misure? Nessuno si mobilita per lo sputo a Rajae

Violenza sulle donne: due pesi e due misure? Nessuno si mobilita per lo sputo a Rajae

Violenza sulle donne: due pesi e due misure? Nessuno si mobilita per lo sputo a Rajae

Dopo la violenta e vile aggressione subita dall’inviata Rajae Bezzaz da parte di Marco Mattei, l’ “importatore” di automobili che incassa cospicui anticipi e poi sparisce, sui social di Striscia la notizia e su quelli dell’inviata del Tg satirico sono arrivati tantissimi messaggi di sostegno e di sdegno. Ma all’indignazione social, però, non ha fatto eco la stampa nazionale che non ha voluto trattare la violenza sessista come aveva fatto, per esempio, per l’altrettanto grave caso della giornalista sportiva Greta Beccaglia, palpeggiata in diretta al termine di una partita.
 
Non sarà che la stampa italiana utilizzi due pesi e due misure per una violenza su una donna?
 
Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Milano, gli abusivi che gestiscono la lista di appuntamenti per la questura

Milano, gli abusivi che gestiscono la lista di appuntamenti per ...

Rajae è di nuovo fuori dagli uffici della questura di via Cagni, dove ogni giorno (e ogni notte) centinaia di persone si accampano in attesa di un appuntamento. La nostra inviata ha scoperto che i tempi di attesa sono così lunghi perché non ci sarebbero abbastanza interpreti e non c'è un efficiente sistema di prenotazione. Peccato che poi, fuori dal sistema ufficiale, ne esiste uno parallelo e abusivo che garantisce posti in lista dietro un cospicuo pagamento

Diamoci un taglio, una ciocca di capelli che fa la differenza

Diamoci un taglio, una ciocca di capelli che fa la differenza

L'assurda morte di Mahsa Amini, uccisa a Teheran perché non indossava correttamente il velo, ha scatenato diverse proteste contro la polizia in Iran e nel resto del mondo. Rajae ha partecipato alla manifestazione organizzata di fronte all'ambasciata iraniana di Roma e ha aderito al gesto simbolico di tagliarsi una ciocca di capelli per sensibilizzare sulla libertà di scelta delle donne. Ma cosa ne penseranno gli islamici della capitale?