Avviso a tutti i politici: “Zio Mattarella si sta innervosendo”

Highlander Dj mette in musica il programma del Presidente della Repubblica per il 25 Aprile: "O la smettete o vi mollo un ceffone". E si rivolge a esponenti di tutti i partiti, da Giorgia Meloni a Carlo Calenda, fino a Matteo Salvini e Giuseppe Conte. Meglio lasciar perdere e rimanere tranquilli a casa.

Highlander Dj mette in musica il programma del Presidente della Repubblica per il 25 Aprile: "O la smettete o vi mollo un ceffone". E si rivolge a esponenti di tutti i partiti, da Giorgia Meloni a Carlo Calenda, fino a Matteo Salvini e Giuseppe Conte. Meglio lasciar perdere e rimanere tranquilli a casa.

24/04/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Giuseppe Conte si fa rifare il musetto davanti a tutti

Giuseppe Conte si fa rifare il musetto davanti a tutti

«Scusi Del Debbio, c'è qui la truccatrice davanti. Abbia pazienza, abbia pazienza non ci siamo raccordati, era tutto aperto qui, ero distratto.(...) scusi un attimo, un secondo che mi tolgono un po' di lucido, prego, al volo. Mi perdoni, ma ero distratto da questa gentile presenza», è quanto ha detto Giuseppe Conte a Paolo Del Debbio in un fuorionda durante la sua ospitata a Dritto e rovescio. Tutto questo mentre l'estetista era impegnata a incipriare il viso dell'ex Premier

«Salvini fai Pen», si dice così in Francia?

«Salvini fai Pen», si dice così in Francia?

Matteo Salvini, interpretato da Dario Ballantini, è con la finta Marine Le Pen per fare il giro di Roma in sella a uno scooter. Il vicepremier vorrebbe guidare, ma la deputata francese non glielo lascia fare perché vuole essere lei al comando dell'Europa. E tra i selfie davanti al Colosseo e le passeggiate tra i monumenti, i due sugellano il loro amore su un lucchetto. Poi il ministro dei Trasporti esprime un desiderio: essere sempre legato a Marine. E lei lo accontenta

I politici di nuovo bimbi tra cacchine, pannolini e palloncini

I politici di nuovo bimbi tra cacchine, pannolini e palloncini

«Sarebbe bello tornare bambini per un giorno», riflette il leader del Movimento 5 Stelle. Lo seguono a ruota Matteo Salvini, Matteo Renzi, Carlo Calenda, Giorgia Meloni ed Elly Schlein in questa canzone nostalgica. C'è chi vorrebbe gonfiare di nuovo i palloncini, chi stare tutto il tempo sul passeggino, chi tornare a parlare con la T e la lingua davanti. E altro ancora. Highlander Dj rivela a tempo di musica i loro inconfessabili desideri

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Sanremo, i possibili organizzatori non Rai ancora senza risposta

Sanremo, i possibili organizzatori non Rai ancora senza risposta

Pinuccio di Rai Scoglio24 torna a parlare della convenzione in scadenza a dicembre tra Rai e Comune di Sanremo per l'organizzazione del Festival della canzone italiana. A febbraio sono state presentate due proposte per accedere all'eventuale bando, ma tutto tace. Amadeus dà per scontato che il Festival continuerà a essere della Rai. E così le due società interessate hanno scritto al Comune di Sanremo. Avranno una risposta?

Tapiro a Ilary Blasi:

Tapiro a Ilary Blasi: "Ma a chi piacciono i normodotati?"

Valerio Staffelli ha consegnato alla conduttrice dell’”Isola dei famosi” l’ambita statuetta d’oro per l’infelice frase «A me i normodotati non piacciono», pronunciata nella prima puntata del reality. Una gaffe che, sommata ai battibecchi a distanza con l’ex Francesco Totti, ha convinto Il tapiroforo a portarle l’ottavo Tapiro d’oro della carriera. «Ma, diciamoci la verità, a chi è che piacciono i normodotati?», replica Blasi, a cui Staffelli chiede se ha davvero cambiato la serratura della villa all’Eur per non far entrare l’ex Francesco Totti: «Francesco può entrare quando vuole, la casa è sempre aperta».

La Resistenza di Giannini? È quella al diritto di replica

La Resistenza di Giannini? È quella al diritto di replica

Tappe a Cuneo e dintorni del direttore de La Stampa Massimo Giannini per celebrare la Festa della Liberazione. Proprio lui, che più di quattro mesi si ostina a negare a Striscia la notizia il diritto di replica per un articolo con molte inesattezze, è stato scelto come oratore ufficiale nella città piemontese e nella vicina Dronero. È giusto festeggiare la Resistenza, ma non c'era a disposizione qualcuno di più democratico?

Top 10 Video

tutti i video
Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Concorso per la Polizia di Stato, beffati gli idonei del 2020

Ottocento aspiranti poliziotti superarono la prima prova scritta di un concorso a gennaio 2020 e poi vennero dimenticati. Non c'è stato scorrimento di quella graduatoria ma di quelle più recenti uscite da altre due selezioni, con candidati che hanno preso voti inferiori alla più severa soglia del 2020. Alcuni di coloro che ancora aspettano fra un po' raggiungeranno il limite di età e si sentono beffati. Chiara Squaglia ha chiesto spiegazioni alla Polizia e al ministero dell'Interno

use DateTime;