Farma de’ Medici, anche Eva Grimaldi e Emma Battaglia raggirate

Chiara Squaglia si trova a Pontassieve (Firenze) per parlarci di Farma de' Medici, sedicente marchio farmaceutico che incassa i pagamenti degli ordini online senza mandare i prodotti. Tra gli sfortunati clienti raggirati da questa pseudo farmacia ci sono anche Imma Battaglia ed Eva Grimaldi

Chiara Squaglia si trova a Pontassieve (Firenze) per parlarci di Farma de' Medici, sedicente marchio farmaceutico che incassa i pagamenti degli ordini online senza mandare i prodotti. Tra gli sfortunati clienti raggirati da questa pseudo farmacia ci sono anche Imma Battaglia ed Eva Grimaldi

10/03/2022

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Contratti da portieri, lavoro da guardie: nuove segnalazioni

Contratti da portieri, lavoro da guardie: nuove segnalazioni

Chiara Squaglia torna a occuparsi di Mattioli Sicur Group, una società che secondo diversi segnalatori farebbe contratti da portieri o addetti a indagini commerciali, costringendo poi i dipendenti a lavorare come guardie, con mansioni di vigilanza o anti-taccheggio. L'azienda aveva reagito al servizio del 14 novembre 2022 licenziando i lavoratori che per primi si erano rivolti a Striscia e rifiutandosi di rispondere alle domande dell'inviata. Che però dopo la messa in onda ha ricevuto ...

Chirurgia estetica, la dottoressa (abusiva) che viene dalla Russia

Chirurgia estetica, la dottoressa (abusiva) che viene dalla Russia

Chiara Squaglia è a Milano per seguire la storia di una donna russa che si autodefinisce dottoressa in cosmetologia e che dice di essersi laureata a Rostov. Tra i trattamenti che pratica: russian lips (ovviamente), rinofiller e rimodellamento glutei. Ma i dottori extracomunitari non possono lavorare in Italia se non dopo aver superato precisi controlli e inoltre la signora opera in uno studio e non in un ambulatorio medico come stabilisce la legge. Intervengono i carabinieri e…

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Armi in Colombia, spuntano documenti clamorosi

Armi in Colombia, spuntano documenti clamorosi

Prosegue l'inchiesta di Pinuccio sullo scandalo del tentativo di vendita armi alla Colombia con presunto intermediario Massimo D'Alema, perché stavolta l'inviato mostra dei documenti che hanno del clamoroso. La prova di una videocall a cui avrebbero dovuto partecipare Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo, Giuseppe Giordo, direttore generale di Fincantieri, Umberto Bonavita per lo studio americano Robert Allen Law, Diego Andrés Molano Aponte, ministro della Difesa ...

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;