Incidenti stradali, l’assicurazione per il passeggero

Moreno Morello torna con la sua rubrica "Ti assicuro che non pago", per spiegarci come ci si deve comportare quando si è vittima di un incidente in qualità di passeggero e in cosa consiste il cosiddetto "caso fortuito"

Moreno Morello torna con la sua rubrica "Ti assicuro che non pago", per spiegarci come ci si deve comportare quando si è vittima di un incidente in qualità di passeggero e in cosa consiste il cosiddetto "caso fortuito"

21/04/2020

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Il buono (sconto), il bruto e il cattivo: la truffa delle tessere

Il buono (sconto), il bruto e il cattivo: la truffa delle tessere

Moreno Morello torna a occuparsi di un sistema che punta a ingannare i clienti che credono di accettare una tessera sconto gratuita e che poi, dopo essere stati convinti a firmare frettolosamente una ricevuta, si scoprono vincolati per anni a spese di migliaia di euro. La tecnica - in tre fasi - è stata ribattezzata dall'inviato: il buono (sconto), il bruto (il sedicente avvocato che contatta le vittime) e il cattivo, il responsabile che minaccia azioni legali in caso di mancato pagamento.

Tre mesi fermo per un errore sul libretto di circolazione

Tre mesi fermo per un errore sul libretto di circolazione

Moreno Morello racconta la storia di un automobilista di Firenze che grazie al suo gommista ha scoperto che il tipo di pneumatici da montare sulla sua vettura non era previsto sui documenti ufficiali. Ora il costruttore è intervenuto presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: i libretti di alcuni modelli prodotti tra settembre 2022 e marzo 2023 andranno corretti. Non sarà un grande problema per quasi tutti i proprietari, ma la famiglia di Firenze ha dovuto rinunciare ...

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Raccolti a rischio, il problema dei braccianti agricoli

Raccolti a rischio, il problema dei braccianti agricoli

A causa del lockdown la filiera dell'agroalimentare si ritrova sprovvista di centinaia di migliaia di raccoglitori stagionali, mentre i braccianti stranieri devono rimanere chiusi nelle loro tendopoli, come i giovani di Rosarno costretti a vivere in 7-8 all'interno di una tenda. Rajae ci parla di possibili soluzioni per risolvere il problema del reperimento della manodopera ed evitare lo spreco di quintali di prodotti agroalimentari

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;