La Città del Rugby di Roma, monumento allo spreco

Angelica Massera è nel Quartiere Spinaceto, a Roma, tra i ruderi della Città del Rugby, costata 33 milioni e abbandonata dopo il fallimento della ditta costruttrice. Incompiuta, lasciata a sé stessa, poi occupata e depredata, la struttura è un monumento allo spreco e all'incuria. Riusciranno i cittadini di Spinaceto a riavere il loro bellissimo (nei progetti) centro sportivo?

Angelica Massera è nel Quartiere Spinaceto, a Roma, tra i ruderi della Città del Rugby, costata 33 milioni e abbandonata dopo il fallimento della ditta costruttrice. Incompiuta, lasciata a sé stessa, poi occupata e depredata, la struttura è un monumento allo spreco e all'incuria. Riusciranno i cittadini di Spinaceto a riavere il loro bellissimo (nei progetti) centro sportivo?

10/03/2023

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Freddo in classe, muffe e funghi sui muri: povera scuola

Freddo in classe, muffe e funghi sui muri: povera scuola

Angelica Massera è all'Istituto Calamandrei di Sesto Fiorentino, in provincia di Firenze, chiamata dalle segnalazioni degli studenti: temperature fino a 14,2 gradi, infiltrazioni d'acqua nei laboratori, la muffa e i funghi che crescono sulle pareti. Il dirigente la informa che i tempi di appalto pubblico sono lunghi. L'inviata allora gli porta un vassoio di tagliatelle, per scaldarsi nell'attesa. Visto che i funghi già ci sono…

Ex custode abusivo o lavori di ristrutturazione mai richiesti?

Ex custode abusivo o lavori di ristrutturazione mai richiesti?

Angelica Massera si reca presso l'Istituto Crivelli di Roma (scuola primaria e dell'infanzia) a causa di alcune segnalazioni da parte delle mamme degli alunni. Come mai? Sembrerebbe che ci sia uno spazio al primo piano inutilizzato di cui però la scuola necessiterebbe e che si vorrebbe ristrutturare. Peccato che ci viva l'ex custode (abusivo secondo alcuni) che però (a detta del figlio) possiede un regolare contratto d'affitto.

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Per l'ambiente il Mago Forest ci mette la faccia (e il resto)

Per l'ambiente il Mago Forest ci mette la faccia (e il resto)

Nei "Nuovi mostri" una fantastica carrellata di eccessi televisivi: l'imbarazzante acuto di Claudio Baglioni con i Cugini di Campagna, la confessione a cuore aperto di Bianca Balti su quel dettaglio maschile che la attrae irresistibilmente, la performance di Saverio Raimondo da cui Luca Barbarossa prende le distanze e il lato B del Mago Forest che non avremmo mai voluto vedere. Con un finale dedicato a Sergio Friscia da parte di Roberto Lipari e Fiorello.

Top 10 Video

tutti i video
Il bar dell’Agenzia delle entrate non fa scontrini: per Ghione e la troupe botte, minacce e spintoni

Il bar dell’Agenzia delle entrate non fa scontrini: per ...

Jimmy Ghione si era già occupato nel 2018 del bar sito all'interno della sede dell'Agenzia delle entrate Eur 6 Torrino, a Roma, che incredibilmente - pur trovandosi in ufficio che si occupa proprio di tasse - non faceva gli scontrini ai clienti. Ci è tornato per vedere se qualcosa fosse cambiato e questa volta è andata pure peggio: scontrini zero, o quasi, e in compenso botte, spintoni e minacce: "Prendo il coltello e vi ammazzo" è la frase rivolta a Ghione e alla sua squadra dal ...

Strage all’Agenzia delle Entrate? La denuncia del dipendente a Jimmy Ghione

Strage all’Agenzia delle Entrate? La denuncia del dipendente ...

«Dovreste ringraziarmi che mi sono messo in mezzo, ho evitato una strage». È così che un dipendente (da oltre 40 anni) dell'Agenzia delle Entrate di Roma 6 (Eur Torrino) parla del barista-aggressore che aveva minacciato di "prendere un coltello e ammazzare" Jimmy Ghione e il suo cameraman. L'inviato è tornato sul luogo del misfatto per vendere (per finta) caffè "nero" e stampare fotocopie in bianco e "nero" ai dipendenti in entrata.

Il “cimitero” di documenti e carte di credito delle borseggiatrici di Milano

Il “cimitero” di documenti e carte di credito delle ...

Tessere sanitarie, patenti, carte d'identità, portafogli (svuotati), abbonamenti Atm: è il "tesoretto" ritrovato da Valerio Staffelli in diverse stazioni della metropolitana di Milano. L'inviato ha consegnato tutto alla Polizia, per permettere alle forze dell'ordine di rintracciare i proprietari. Finisce con le botte e gli insulti a Staffelli e a sua collaboratrice, prima innaffiata di tè freddo e poi spinta a forza giù dal treno.

use DateTime;