News

Vittorio Brumotti aggredito a Pescara mentre documentava lo spaccio di droga

Momenti di tensione e violenza ieri a Rancitelli, in provincia di Pescara, per Brumotti e la sua troupe.

Il nostro inviato e i suoi collaboratori sono stati aggrediti durante le riprese di un servizio al Ferro di cavallo, tra le case popolari di via Tavo.

È accaduto tutto nel primo pomeriggio, intorno alle 15,30. In un primo momento era filato tutto liscio, 100% Brumotti aveva girato per le strade del quartiere con i suoi operatori documentando il degrado della zona. Nel frattempo però era in corso un blitz dei carabinieri negli alloggi Ater culminato col ritrovamento di droga e con l’arresto di una donna che nascondeva eroina, cocaina e altro.

L’inviato di Striscia ha quindi seguito l’evolversi della situazione e a quel punto la situazione è degenerata, c’è stata una sollevazione generale dei residenti che non hanno gradito la presenza in quel momento delle telecamere.

La folla si riversa in strada inseguendo la nostra troupe e spintonandola, accompagnando il tutto con urla e insulti.

Neanche la presenza delle forze dell’ordine ha attenuato la rabbia degli abitanti della zona, che hanno inseguito un nostro operatore costretto a rinchiudersi in una macchina presa a calci.

Grazie all’intervento di altre pattuglie la situazione è tornata pian piano alla normalità.


Ecco cosa ci ha raccontato il nostro inviato poche ore dopo l’accaduto.


Il servizio completo andrà in onda su Striscia la notizia.