A casa senza gas per un disguido

In questo periodo viene chiesto a tutti di rimanere a casa, ma a volte possono accadere episodi paradossali. Moreno Morello ci parla del caso di un signore al quale, per un disguido, viene staccato il gas in piena quarantena

In questo periodo viene chiesto a tutti di rimanere a casa, ma a volte possono accadere episodi paradossali. Moreno Morello ci parla del caso di un signore al quale, per un disguido, viene staccato il gas in piena quarantena

13/04/2020

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Gli squali dei contratti di luce e gas pt. 2. Bugie e insulti agli anziani

Gli squali dei contratti di luce e gas pt. 2. Bugie e insulti ...

Moreno Morello continua l'inchiesta sull'agenzia attiva tra Lazio e Piemonte che, presentandosi come partner di Acea Energia, avrebbe raggirato gli utenti che avevano appena cambiato fornitore, tentando di farli tornare sui proprio passi sostenendo che ci fossero (false) anomalie nelle bollette, risolvibili con un intervento tecnico. In realtà lo scopo era fargli firmare un nuovo contratto. L'inviato intervista Giuseppe Lauretti, l'avvocato dell'agenzia

Acquisti, investimenti? Ma no, si trattava di donazioni o contributi associativi

Acquisti, investimenti? Ma no, si trattava di donazioni o contributi ...

Moreno Morello continua l'indagine sul "promotore" che avrebbe facilitato il trasferimento all'estero di circa un milione di euro di tanti cittadini attraverso la piattaforma Venice Swap. L'ideatore dei gettoni che tante persone ricevevano a seguito dei versamenti in euro è l'indipendentista veneto Gianluca Busato, che dice: questi "token", o gettoni digitali, non erano una forma di investimento, ma un sostegno a un club di imprenditori

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
Il problema dei rider senza permesso di soggiorno

Il problema dei rider senza permesso di soggiorno

Max Laudadio ci mostra la difficile situazione in cui versa la stazione milanese di Porta Genova, letteralmente invasa da riders immigrati che stazionano lì per l'alto numero di ristoranti nella zona. Alcuni confidano che lavorano in 10 anche senza permesso i soggiorno, con un unico contratto intestato a un regolare, spesso a un italiano che prende la stecca. Sindacati e imprese ammenttono di conoscere il problema e parlano delle possibli soluzioni

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;