News

D'Alema e le armi in Colombia, spunta una nuova intercettazione dell'ex premier: "Non creiamo difficoltà per 10mila euro"

Striscia la notizia prosegue l’inchiesta sul tentativo di vendita armi alla Colombia con presunto intermediario Massimo D’Alema: un affare da 4 miliardi con una commissione di 80 milioni di euro per i mediatori.

Nella puntata di stasera Pinuccio fa sentire un nuovo audio svelando che l’affare rischiava di saltare per il mancato rimborso spese di un viaggio: «Creare delle difficoltà rispetto all'obiettivo perché uno non ha avuto 10mila euro mi sembra stupido», dice l’ex premier al telefono.

L’inviato di Striscia continua a indagare anche sulla variopinta comitiva pugliese coinvolta nell’affare: i broker Emanuele Caruso e Francesco Amato, che hanno falsificato documenti per avere referenze false, e Giancarlo Mazzotta, l’ex sindaco di Carmiano, comune sciolto per infiltrazioni mafiose, che nega di aver partecipato alle trattative. Peccato che Pinuccio fa la “prova delle teste”: e sembra proprio lui il personaggio ripreso nello screenshot di una videochiamata con D’Alema.

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).