News

Stasera a Striscia, dopo l’inchiesta di Luca Abete maxi sequestro di olio contraffatto a Caivano (Napoli). «Siamo partiti dalle etichette e abbiamo scoperto un’ondata di olio falso»

Stasera a Striscia, dopo l’inchiesta di Luca Abete maxi sequestro di olio contraffatto a Caivano (Napoli). «Siamo partiti dalle etichette e abbiamo scoperto un’ondata di olio falso»

Stasera a Striscia, dopo l’inchiesta di Luca Abete maxi sequestro di olio contraffatto a Caivano (Napoli). «Siamo partiti dalle etichette e abbiamo scoperto un’ondata di olio falso»

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) tornano Luca Abete e l’inchiesta sullo spaccio di olio contraffatto, dopo il sequestro – da parte dei Carabinieri – di circa 900 litri di olio e di etichette falsificate a Caivano (Napoli).

«Siamo partiti rintracciando rivenditori di etichette fasulle, poi abbiamo scovato i venditori per strada e così siamo arrivati al “boss dell’olio contraffatto”, che ci ha confidato di avere una grossa rete di distribuzione a Napoli e provincia. C’è una vera e propria ondata di olio contraffatto che viene smerciato con la tecnica dello spaccio di droga», racconta Abete, che indaga sulla vicenda già da dicembre 2023. Dalle analisi effettuate da laboratori autorizzati, a cui l’inviato di Striscia ha sottoposto l’olio, il prodotto è risultato una non chiara miscela di olii di semi, spacciata dai venditori per extra vergine d’oliva. Ora, dopo diversi servizi del tg satirico sulla vicenda, è arrivato anche l’intervento delle forze dell’ordine che hanno effettuato il maxi-sequestro.

Il servizio completo questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35).

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Avellino, dopo 16 anni il cubo blu è ancora chiuso

Avellino, dopo 16 anni il cubo blu è ancora chiuso

Luca Abete ci parla di quello che sarebbe dovuto diventare un centro specialistico per persone con il disturbo dello spettro autistico, soprattutto bambini. Una struttura dalla storia travagliata, iniziata nel 2001 con un bando regionale per l'utilizzo di fondi europei cui ha partecipato il Comune. Due anni dopo la Regione Campania ha stanziato circa 3 milioni e mezzo di euro per realizzare il centro. Prima pietra posata l'11 giugno 2007. Peccato che il centro non sia mai stato aperto

Trattamenti estetici, un caso che scotta fino a bruciare la pelle

Trattamenti estetici, un caso che scotta fino a bruciare la pelle

Entriamo con Luca Abete in un cento estetico in cui vengono praticati trattamenti al setto nasale e "blefaroplasma", tecnica attraverso la quale il laser brucia la pelle in eccesso della palpebra. L'inviato chiede il parere di un esperto, perché blefaroplastica e rinoplastica sono illegali quando non praticate da un medico: potrebbero infatti creare ustioni alla cornea e ai tessuti profondi oppure necrosi con danni irreversibili"

Mafia e cantanti neomelodici, una nota stonata della nostra terra

Mafia e cantanti neomelodici, una nota stonata della nostra terra

Luca Abete ci parla di alcuni artisti neomelodici che si associano alla criminalità organizzata, arrivando anche a inneggiare alla Camorra e ai suoi capiclan. I messaggi espliciti a sostegno della malavita trovano spazio anche sui social. L'inviato incontra un influencer che comunica concetti discutibili sulle sue pagine e quando l'inviato gli chiede spiegazioni, l'organizzazione criminale sembra non esistere più