News

Salzano, interrogazione parlamentare dopo l'inchiesta di Striscia la notizia

L’inchiesta di Striscia la notizia sull’organizzazione dei concerti live in Italia e del ruolo di Ferdinando Salzano arriva in Parlamento.

Ieri, nella seduta n.115, il Senatore Elio Lannutti ha depositato un’interrogazione parlamentare per chiedere «se il Governo sia al corrente di quanto messo in luce dall'inchiesta di Striscia la Notizia, circa i concerti live organizzati da Friends & Partners Group di Ferdinando Salzano, Vivo Concerti, Vertigo e Di and Gi, controllate da CTS Eventim che mettono in vendita i biglietti dei propri concerti tramite il portale di ticketing, "TicketOne", e quali misure urgenti intenda adottare per porre fine ad un grave scandalo che penalizza i diritti dei consumatori e del mercato».

L’ex giornalista inoltre vorrebbe sapere dall’esecutivo «quali misure urgenti di propria competenza intenda attivare per contrastare la posizione dominante nei servizi di ticketing, che, per vincolare alla sua piattaforma di ticketing i più importanti promoter di eventi di musica live attivi in Italia, preclude alle piattaforme concorrenti l'accesso per competere sul mercato, il cui vincolo di esclusiva nei contratti danneggia anche i consumatori finali, con TicketOne che può praticare prezzi della prevendita dei biglietti superiori a quelli concorrenziali, limitando le possibilità di scelta dei consumatori tra i diversi fornitori dei servizi di ticketing».

E infine: «se non ritenga opportuno attivare le procedure ispettive e conoscitive previste dall'ordinamento, per salvaguardare, con la concorrenza, i diritti lesi dei consumatori a prezzi più equi».

Le richieste del Senatore Lannutti arrivano dopo la messa in onda delle testimonianze dei promoter raccolte da Max Laudadio e delle istruttorie aperte dall’AGCM per accertare l'eventuale violazione dell'articolo 102 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea da parte di TicketOne SpA e CTS Eventim AG & Co KGaA, entrambe riconducibili a Ferdinando Salzano.