POTENZA, LE RISORSE ABUSIVE DEL PUBBLICO IMPIEGO

Siamo a Potenza dinanzi al palazzo della regione Basilicata e Rajae Bezzaz individua ben due parcheggiatori abusivi. Nulla di nuovo fin qui, ma a Potenza siamo nel paradosso. I due abusivi lavorano per impiegati del pubblico impiego, prendendo in gestione anche parcheggi che dovrebbero essere a pagamento. Intervistato da Rajae il consigliere regionale Romaniello si indigna , ma tutto procede così da 10 anni.

Siamo a Potenza dinanzi al palazzo della regione Basilicata e Rajae Bezzaz individua ben due parcheggiatori abusivi. Nulla di nuovo fin qui, ma a Potenza siamo nel paradosso. I due abusivi lavorano per impiegati del pubblico impiego, prendendo in gestione anche parcheggi che dovrebbero essere a pagamento. Intervistato da Rajae il consigliere regionale Romaniello si indigna , ma tutto procede così da 10 anni.

02/10/2018

Potrebbero interessarti anche

vedi tutti
Cinisello Balsamo.Perchè nessuno interviene per aiutare Carmen vittima di stalking?

Cinisello Balsamo.Perchè nessuno interviene per aiutare Carmen ...

Rajae Bezzaz torna a occuparsi di questa donna che, dopo svariati tentativi di denunce andate a vuoto, ha chiesto aiuto a Striscia la notizia per proteggere sé stessa e i figli da un persecutore (finora) impunito, che abita di fronte a lei. L'inviata incontra Ida, la sorella del molestatore, che esprime solidarietà per Carmen e che racconta che il fratello, a causa del suo comportamento, cinque anni fa è stato allontanato con codice rosso dalla moglie e dal figlio

Nella stessa puntata

tutti i servizi della puntata
DEGRADO PER GATTI E NON SOLO

DEGRADO PER GATTI E NON SOLO

Edoardo Stoppa su segnalazione di un familiare della proprietaria di una casa fa un sopralluogo a Monte Compatri (Roma). Ma scopre più che una casa un deposito rottami a cielo aperto. Scatoloni, mobili, abiti, immondizia accumulati e, in mezzo, tanti gatti costretti a vivere in condizioni igieniche pessime.E’ un problema, ipotizza il nostro Edoardo, di sindrome di accumulo compulsivo sia di oggetti che di animali. Urge l’intervento delle istituzioni per tutti, gatti e persone.

ABUSIVISMO A BAGNARA DI CASTEL VOLTURNO (CASERTA)

ABUSIVISMO A BAGNARA DI CASTEL VOLTURNO (CASERTA)

Luca Abete ci porta in un contesto marino surreale. Un litorale, regno dell’abusivismo degli anni ’70 che è oggi teatro di gite di famiglie che vanno in spiaggia tra cumuli di cemento armato e case diroccate “nel” mare. Luca parla con qualche proprietario e, incredulo, scopre la loro piena consapevolezza di essere abusivi e di voler rivendicare la proprietà. Certo, nonostante l’abuso, hanno anche tutte le utenze in regola! Luca allora decide di capirci di più e si reca all’ufficio condoni di Bagnara: l’impiegato ci racconta di 12.000/ 15.000 pratiche di condono edilizio in itinere, insomma non ancora perfezionate da più di 30 anni. E l’impiegato nutre forti dubbi su una soluzione, anche se si interpellasse Padre Pio!

CINGHIALI OVUNQUE: DI CHI È LA COLPA?

CINGHIALI OVUNQUE: DI CHI È LA COLPA?

Il giovanissimo Eric Barbizzi ci spiega con la sua solita chiarezza la bizzarra presenza sempre più diffusa dei cinghiali nella nostra Italia, da nord a sud. Essi provocano incidenti automobilistici , devastano raccolti e seminano paura. L’attenta analisi parte da lontano, cioè da quando anni fa i cinghiali autoctoni stavano per diventare una razza in via di estinzione. Per rimediare a questo è stata promossa una campagna di ripopolamento con una razza rumena non solo più grossa ma anche sottoposta ad accoppiamenti con i maiali. Insomma un po’ maiali, un po’ cinghiali, ma sicuramente esemplari enormi che scorrazzano per le città. E poi il riscaldamento globale, che consente una migliore sopravvivenza ai cuccioli, e la riforestazione hanno fatto sì che oggi si contano in giro circa un milione di esemplari . A questo punto Eric saggiamente ci indica dei consigli per una convivenza con i cinghiali alla quale pare ci dovremo abituare.

Top 10 Video

tutti i video
use DateTime;