News

Stasera a Striscia Brumotti torna a Mestre, capitale italiana dei morti di overdose

Stasera a Striscia Brumotti torna a Mestre, capitale italiana dei morti di overdose

Stasera a Striscia Brumotti torna a Mestre, capitale italiana dei morti di overdose

Stasera a Striscia la notizia Vittorio Brumotti torna, senza scorta, nei pressi della stazione di Mestre, droga market di cui l’inviato del tg satirico si occupa dal 2018.

«Centinaia di cittadini si sono rivolti a Striscia e ci hanno chiesto di tornare», spiega Brumotti che, munito di microcamere e droni, riprende immagini che testimoniano lo stato di assoluto degrado della zona. «Il contesto è perfino peggiorato, ci sono decine di pusher che spacciano indisturbati a tutte le ore del giorno e della notte. Il sottopasso, poi, è totalmente fuori controllo e conserva i resti del passaggio dei tossici, con studenti e pendolari costretti allo slalom tra residui di cocaina, bustine di plastica e siringhe», dice l’inviato di Striscia. Dalle 23.00, inoltre, la situazione degenera ulteriormente e diventa pericolosa, tra risse, bottigliate e rapine alla ricerca di una dose. «A Mestre c’è un vero e proprio allarme spaccio: è il comune italiano con più morti per overdose e i chili di droga sequestrati nel 2023 sono praticamente triplicati rispetto all’anno precedente», conclude Brumotti.

Il servizio completo sarà trasmesso questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20:35).

Ultime News

tutte le news

Potrebbero interessarti anche...

vedi tutti
Brumotti derubato mentre libera i parcheggi per disabili

Brumotti derubato mentre libera i parcheggi per disabili

L'inviato alle prese con il popolo dei "solo 5 minuti": molti di coloro che parcheggiano scorrettamente negli stalli per disabili si giustificano dicendo di voler sostare per poco tempo. C'è chi accetta le parole di Brumotti e chi invece ha reazioni scomposte. Alla fine l'autore di tante inchieste per Striscia torna al parcheggio de La Rinascente e trova la brutta sorpresa: van scassinato e computer, telecamere e bici trafugati